Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

lunedì 25 maggio 2009

Supplì al telefono

mini-arancine


supplì
Inserito originariamente da MelaZenzero
Quella dei supplì al telefono è una ricetta della mia infanzia: il suo titolo riecheggia nella mia memoria, ricordandomi quanto mi facesse divertire da bambina.
Il nome di questi supplì, che per noi in sicilia altro non sono che delle piccole arancine, è dovuto alla mozzarella che si scioglie, formando dei "fili" quando la crocchetta viene aperta.
Per fedeltà alla tradizione ho lasciato questo nome, anche se in realtà preferirei chiamarle crocchette di riso, ma oggi nell'era del corless e del cellulare, fa persino un pò ridere...

SupplìIngredienti per 4 persone:
 
*500g di riso a grani tondi
*2 uova leggermente battute
*100g di prosciutto cotto a quadretti
*100g di mozzzarella tagliata a dadini
*qualche cucchiaio di passata di pomodoro (facoltativa)
*pangrattato
*olio
*zafferano

Procedimento:

Fate bollire il riso, raffreddatelo completamente, e legatelo con le uova sbattute, lo zafferano e il sale. Se lo desiderate, mescolatelo alla passata di pomodoro (anche della salsa di pomodoro semplice va bene).

Prendete una cucchiaiata di riso e mettetelo nel palmo della mano, posatevi sopra un pezzo di prosciutto, uno di mozzarella, coprite con un'altra cucchiaiata di riso. 

Formate una palla in modo che il ripieno scompaia all'interno , poi passate delicatamente nel pangrattato, quindi friggete in olio bollente, rigirando finché tutti i lati saranno dorati.

Sgocciolate su carta da cucina e servite caldi.

giovedì 21 maggio 2009

Risotto alle fragole

Il risotto alle fragole ha un gusto agre, che si coniuga bene con l'aroma dello spumante secco: è gradevole, e si avvolge bene con la cremosità del riso. Da provare.

Risotto alle fragole

Risotto alle fragole
Inserito originariamente da MelaZenzero

Una ricetta particolare sperimentata per il mio compleanno. Nella mia famiglia il gusto poco incontra la sperimentazione che vada al di fuori degli abbinamenti e delle ricette più tradizionali, e mettere la frutta in un primo piatto o in un secondo rappresenta una scelta molto azzardata.

Che poi sia anche una scelta vincente questo io lo so, ma proporlo ai parenti può significare spiazzarli almeno per qualche minuto. Almeno fino all'assaggio. E talvolta anche dopo!

(Siamo in partenza per Siracusa, chissà se troveremo nuove ricette da portarvi!)

 ingredienti

Per 4 persone:
  • 320 gr di riso
  • 1 scalogno
  • 1 bicchiere di spumante o vino secco
  • brodo di verdure (sedano-carota-cipolla)
  • 40 gr di burro
  • 300 gr di fragole
  • 200 ml di panna da cucina
  • prezzemolo
preparazione

In una casseruola rosolate lo scalogno con 20 gr di burrro, aggiungeteci il riso e fatelo tostare.
Bagnate con 2 dita di spumante o di vino, quindi portate a cottura il riso con il brodo necessario (di verdure).
 

Intanto in un tegame sciogliete il burro restante, aggiungete le fragole (tenendone da parte qualcuno per la decorazione) che avrete prima tagliato a pezzi, lasciandone alcune a pezzi un po' piu' grossi. Lasciate cuocere finche' il tutto non avra' la consistenza di una crema. Unite la panna ed amalgamate bene.

Quando il riso sarà quasi cotto, unite la salsa di fragole, il parmigiano e mantecate bene.


Decorate il piatto con un trito di prezzemolo e le fragole lasciate da parte, e servite subito. 

sabato 16 maggio 2009

Rotolo spumoso


Rotolo spumoso
Inserito originariamente da MelaZenzero
Una preparazione che richiede un pò di pazienza, ma non complicata, divertente da realizzare, e dal sapore molto aromatico.
La morbidezza di un rotolo a fette, preparato con la granella di biscotti (io preferisco usarli rustici perché danno più granulosità) e servito con una crema allo zabaione (sostituibile con qualsiasi altra crema voi preferiate).
La sua presentazione è di sicuro effetto.

Ingredienti:
*250g di ricotta compatta
*300g di biscotti secchi (qui grancereale)
*50g di canditi misti
*50g di cioccolato fondente amaro
*liquore marsala q.b.
*3 albumi
*40g di burro
*cacao amaro

Per la crema allo zabaione:
*3 tuorli
*3 cucchiai di zucchero
*6 mezzi gusci di marsala

Procedimento:
Schiacciate la ricotta in una terrina, mescolandola ai biscotti pestati grossolanamente, un pò di marsala, i canditi a cubettini, ed il cioccolato spezzettato, mescolando fino ad avere un composto omogeneo e molto sodo.
Montate gli albumi a neve e amalgamate delicatamente.
Cercate di dare al composto la forma di un rotolo.
Avvolgetelo in un tovagliolo di stoffa inumidito e unto di buro, legatene le estemità con uno spago, e immergetelo in acqua bollente per 20 minuti circa. Scolatelo e lasciatelo intiepidire.
Levatelo dal tovagliolo e passatelo nel cacao amaro.

Preparate lo zabaione:
Sbattete i tuorli con lo zucchero, unendovi a filo il marsala, e cuocetelo a bagnmaria su fuoco lento, mescolando continuamente finchè si addeserà, ma senza farlo bollire (attenzione a non far "impazzire i tuorli").

Tagliate il rotolo a fette regolari e servite con lo zabaione tiepido o freddo, decorando, se volete , con rimanenti canditi.

venerdì 15 maggio 2009

Frolla al cioccolato: biscotti ad esse o crostata alle pesche

frolla al cioccolato

Dalla domanda di un'amica che mi ha chiesto la ricetta, oggi inserisco questa proposta molto golosa: una pastafrolla al cioccolato.
Si utilizza come una normale pastafrolla, quindi può essere farcita con tutte le creme che si preferiscono:
Si può farcirla con un ripieno di mele+cannella+zucchero, o con una raggiera di pesche ricoperte di crema-panna (vedi ricetta qui in basso).
Ottima e rapida anche l'idea dei biscottini, io li ho realizzati a forma di "esse" con l'aggiunta di gocce di cioccolato (si realizzano con una sac-a-poche, su un foglio di carta forno), ma sono molto buoni rotondi, da farcire con ganache al cioccolato o marmellata (tipo sacher) per poi incollarli a due a due come dei pasticcini.
E non da escludere l'idea di accompagnarla ad un gelato alla crema (si cuoce vuota e poi si mette sopra il gelato al momento di servire).

biscotti al cioccolato

Aggiungo una piccola nota per tutte le persone che ritengono che questi biscotti siano comprati:
vi ringrazio, ma non lo sono.
Non vi affaticate a cercare la marca del supermercato dove li avete visti, perche', anche se non sono biscotti unici al mondo (sono comunissimi biscotti, peraltro con una forma nemmeno troppo originale!) non sono stati acquistati.

Voglio ricordare, in ogni caso, alcune cose:
1) questo e' solo un blog personale, non la Bibbia della Cucina che pretende di dichiarare verita' assolute: sono ben accetti i commenti che siano costruttivi, e che permettono di migliorare una ricetta.
2) Pur avendo lasciato la possibilita' a chiunque di replicare, trovo che i commenti anonimi siano sleali, e ho facolta' di rimuoverli, soprattutto se offensivi: se non ci si assume la responsabilita' di cio' che si dice, non firmandosi, mi si fa pensare che di fondo non c'e' l'intento di fare un'onesta conversazione.
3) Ritengo, in ogni caso,  di avere la liberta' di inserire le foto che mi pare, anche quelle del mio gatto, ma per coerenza vengono scelte foto che rappresentano il piatto. Quel che garantisco, invece, ove non altrimenti specificato, e' la ricetta, provata personalmente nella maggior parte dei casi.

Detto questo, se avete voglia di provare questa ricetta, fatelo, e sappiatemi dire. Io la trovo molto buona.
Diversamente, rinunciate a valutare le mie foto, che', tra l'altro, non sono nemmeno una fotografa.
Il mio e' solo un hobby, che condivido con chi ha il piacere di divertirsi con me.



Ricetta per la pastafrolla al cacao:
  • 250g di farina
  • 125g di burro freddo a pezzetti
  • 100g di zucchero a velo
  • 50g di cacao amaro in polvere
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di bicarbonato

Procedimento:

Impastate tutti gli ingredienti con le mani fino ad ottenere un impasto sodo e compatto (io per la verità uso il robot da cucina).
Il burro dev'essere molto freddo e a pezzetti.
Impastate la pasta frolla molto velocemente e riponete in frigo per almeno mezz'ora.
Stendete con un mattarello, ritagliatela nelle forme che piu’ vi piacciono e infornatele a 180° per 20 minuti circa.

Ricetta per la pastafrolla al cioccolato:
  • 250 gr farina
  • 125gr zucchero
  • 2 uova
  • 125gr burro
  • 125gr cioccolato fondente grattuggiato
  • 1 cucchiaino e 1/2 di lievito
  • 1 pizzico sale
Procedimento:

Versare lo zucchero, la farina ed il cioccolato grattugiato a fontana sul tavolo da lavoro.
Nel buco rompere le uova (1 intero e 1 tuorlo) con un pizzico di sale.
Con una forchetta sbattere le uova, quindi aggiungere il burro a tocchetti molto freddo, il lievito e la vanillina.
Impastare molto velocemente con le mani (o nel robot).
Tenere in frigo almeno per un'ora prima dell'utilizzo o congelare se l'uso non è immmediato.

Per il ripieno alle pesche:
  • 3 uova
  • 100 gr di zucchero
  • 200 gr panna
  • 1 cucchiaio raso di amido di frumento
  • 5 pesche sbucciate e affettate
  • 8  amaretti  sbriciolati
Procedimento:

Mescolare insieme le uova, la panna, lo zucchero, la frumina, montando il tutto con lo sbattitore, poi disporre le fette di pesche sulla frolla, quindi ricoprire con la crema e gli amaretti sbriciolati.
Cuocere a 200° per 45 minuti.

giovedì 14 maggio 2009

Crostata con crema al formaggio e limone: ricetta rapida e facile


ero
La crostata al limone è una ricetta facilissima che potete realizzare anche con la frolla pronta del supermercato e una confezione di formaggio spalmabile o della ricotta fresca, aromatizzata con dei limoni biologici

Torta di limone e cedri

Il limone fiorisce circa due volte l'anno, e dà degli ottimi frutti anche d'estate. Lo considero onnipresente sulle nostre tavole, forse perché sono siciliana? Non saprei dire, ma lo trovo ottimo sia nei dolci invernali che in quelli più freschi estivi. Questa torta, quindi, di realizzazione velocissima, si può preparare in qualsiasi momento.

Una base di pastafrolla con una crema al formaggio aromatizzata al limone. Io ho decorato coi canditi, ma se lo preferite si può utilizzare della frutta fresca di stagione, comprese delle fettine di limone intere affettate molto sottilmente con la buccia, e poi caramellate in padella con burro e zucchero.

ingredienti
  • una confezione di pastafrolla pronta (per prepararla, ricetta in fondo)
  • 2 limoni bio
  • 250g di philadelphia o ricotta
  • 100g di zucchero

Per decorare:
  • cedri e ciliegine canditi interi, canditi a cubetti.

preparazione

Foderare con la pastafrolla una tortiera rivestita di cartaforno, facendo aderire perfettamente i bordi. Bucherellare il fondo con una forchetta.
Coprire la pastafrolla con altra cartaforno e riempire di riso o fagioli.
Passare in forno a 200° per 10 minuti circa.

Preparare la crema al limone:
Mescolare al formaggio il succo di limone, la scorza grattugiata di mezzo limone, lo zucchero.
Mescolare bene con un cucchiaio di legno o con il mixer finché la crema sarà omogenea. Aggiungete i canditi a cubetti.

Togliete la cartaforno dalla crostata, lasciate raffredare un pò e riempitela con la crema.
Decorate con i canditi interi la superficie.


Se volete preparare la pasta frolla :
(ne basterà mezza dose)



* 500 gr di farina
* 250 gr di burro morbido
* 140 gr di zucchero semolato
* 3 tuorli d’uovo
* 1 uovo intero
* la buccia di un limone grattugiata


martedì 12 maggio 2009

Sfogliata di arance (con finta pastasfoglia)

Una ricetta facilissima con frutta e crema pasticciera in un guscio di pasta sfoglia. Il tutto decorato coi buonissimi pistacchi di Bronte.

sfogliata di arance

Ebbene sì, domenica è il mio compleanno. E' per questo che, pur non avendo deciso niente che riguardi i festeggiamenti, la mente e le mani vagano alla ricerca di esperimenti dolciari per ipotetici ospiti.

E siccome l'inverno è sul finire, e in giro ci sono ancora le ultime arance (proprio due o tre di numero!), ho pensato a questa sfoglia.
Beh, lo confesso: la verità è che ho un frigo no-frost davvero portentoso, quindi, se necessario, riesco a conservare per diversi giorni gli ultimi frutti della stagione precedente...

ingredienti

  • 1 rotolo di pastasfoglia light oppure 150gr di finta sfoglia
  • 3 arance
  • 150g di zucchero
  • 50g di pistacchi tritati
  • crema pasticciera (1/2lt di latte, 150g di zucchero, 50g di farina, 3 tuorli, vaniglia)

Per la finta sfoglia:
  • 250gr di formaggio spalmabile tipo Philadelphia 
  • 250gr di farina
  • 160gr di burro tirato fuori dal frigo mezz'ora prima di impastare
  • 2 cucchiai rasi di zucchero (da omettere per preparazioni salate)un pizzico di sale

preparazione

Preparare la finta sfoglia:
Mescolare sommariamente impastando con le dita il burro e il formaggio spalmabile: dovrete ottenere un composto non del tutto omogeneo.

Unite quindi farina e zucchero, sempre sommariamente, ottenendo un composto a grosse briciole.
Senza impastarlo, ponetelo in frigo per tutta la notte, o per alcune ore.


Trascorso il tempo, tiratelo fuori dal frigo, stendetelo in un rettangolo e fate un giro di pieghe a tre.
Stendete col mattarello ed è pronto all'uso che volete.  

-------------

Pelate la arance a vivo e sbollentate le scorze, tagliatele quindi a listarelle, scolatele e fatele caramellare in una casseruola con lo zucchero e poca acqua.

Preparate la crema pasticciera: portate a bollore il latte con la stecca di vaniglia; a parte montate i tuorli con lo zucchero, poi unite la farina a pioggia, e amalgamate; stemperate questo coposto con il latte intiepidito dal quale avrete tolto la vaniglia, e rimettete sul fuoco a fiamma bassissima, mescolando continuamente col cucchiaio di legno.
Lasciate raffreddare la crema e completatela con le scorze d'aracia caramellate.

Rivestite una tortiera con la pastasfoglia, riempitela con la crema pasticciera e decoratela in superficie con gli spicchi di arancia pelati a vivo e i pistacchi tritati.
Passate in forno a 200° per 40 minuti, coprendo con cartaforno a metà cottura.

lunedì 11 maggio 2009

Dolcemoka: pan di spagna con crema di ricotta al caffè


Dolcemoka
Inserito originariamente da MelaZenzero
Un impasto di pan di spagna senza lievito, come base ad una crema al caffè ottenuta con la ricotta e impreziosita da chicchi di cioccolato e caffè (se riuscite a tovare il chicco di caffè ricoperto è perfetto).
Ottima a fine pasto, migliore se servita fredda, anche per una merenda.
Io preferisco la variante in crosta, ovvero in pastafrolla, ma la ricetta originale prevede questa base.

Nota: ho sbagliato ad inserire la quantità della ricotta, che ho appena corretto. Per queste ricette suggerisco di usare la ricotta industriale perché più compatta, e più simile ad un effetto-mascarpone.



ingredienti


Per il pan di spagna
  • 6 uova
  • 75g di farina+75g di fecola di patate
  • 170g di zucchero
  • mezzo limone
  • 2 cucchiaini di caffè solubile (qui Nescafè)
  • burro e farina per lo stampo

Per la crema:
  • 250g di ricotta cremosa
  • 1 cucchiaino di caffè solubile
  • 50g di zucchero a velo
  • 2 bicchierini di liquore (qui rum)
Per decorare:
50g di mandorle a lamelle, gocce di cioccolato, chicchi di caffè.

preparazione

Preparare la base:
Sbattete i tuorli con lo zucchero, il caffè solubile, la scorza grattugiata del limone.
Unite delicatamene la farina e la fecola setacciate insieme, e completate con gli albumi montati a neve ben ferma.
Versate l'impasto in una tortiera imburrata e infarinata, e cuocete a 180° per 20 minuti.

Nel frattempo preparate la crema al caffè:
schiacciate la ricotta con lo zucchero a velo in una terrina, appena il composto sarà omogeneo unite il caffè solubile.
Stemperate il rum versato a filo con un pò d'acqua, tanto quanto vi basta perché possiate ammorbidire la base della torta.

Sfornate e lasciate raffreddare la torta. Dividetela in due dischi, oppure utilizzate uno stampo come il mio, che vi lascia un incavo da riempire.
Inumidite col liquore, spalmatela quindi con la crema preparata (anche sulla superficie, se fate due dischi, e lateralmente con l'aiuto di una spatola).
 

Decoratela sui bordi con lamelle di mandorle e sulla superficie con gocce di cioccolato e chicchi di caffè.
Fatela rassodare in frigo.
 


-----------
© Melazenzero. Immagini e contenuti sono protetti da copyright. Si prega di non utilizzare le immagini senza previa autorizzazione. Se si vuole ripubblicare questa ricetta o i concetti espressi nella descrizione, si prega di ri-scrivere la ricetta con parole proprie, e porre sempre e comunque un link a questo post per la ricetta.

domenica 10 maggio 2009

Tabouleh di verdure


Tabouleh di verdure
Inserito originariamente da MelaZenzero
Oggi fa caldo ed avevamo voglia di pranzare con qualcosa di fresco.
Tante melanzane giacevano in frigo, pronte ad essere utilizzate. In pochi minuti è venuto fuori un tabouleh.
La mia ricetta prevede l'uso della semola di grano cruda (non precotta) e l'incocciàta a mano (metodo di preparazione della semola per il cous cous).
In realtà il tabouleh si prepara utilizzando il bulgur, ovvero del frumento di grano duro integrale, cotto a vapore, fatto seccare, e poi spezzato in piccoli pezzetti. Si trova in vendita nei negozi di prodotti naturali, ma io che utilizzo spesso la semola per il cous cous trovo più facile sostituirlo con questa.
Il condimento del tabouleh può variare a seconda dei gusti, dall'agrodolce, al piccante, al neutro.
In genere è aromatizzato alla menta e viene condito come una simil-insalata di riso.
La mia versione di oggi è piuttosto semplice e non troppo caratterizzata, ed utilizza delle verdure cotte e crude.

Ingredienti:
*300g di semola per cous cous cruda
*2 grosse melanzane
*20 foglioline di menta
*1 confezione di condimento per insalate di pasta o riso di ottima qualità
*ritagli di prosciutto crudo
*1 grosso pomodoro
*mais
*tabasco
*sale, olio d'oliva

Procedimento:
Preparare la semola secondo il procedimento del cous cous, mescolandola ad acqua e olio. Condirla col sale.
Cuocerla utilizzando l'apposita couscousiera (pentola in coccio forata che cuoce a vapore poggiata su un tegame con acqua bollente).
Cuocere le melanzane a cubetti in tegame con olio, acqua e cipolla tritata molto finemente (se preferite è possibile friggerle, io lo evito).
Una volta cotta mescolare la semola con le melanzane cotte, il pomodoro a dadoni, gli altri ingredienti, ed un trito di foglie di menta e tabasco.
Salare, pepare, servire freddo.

Variante del giorno dopo:
Ho aggiunto al tabouleh rimasto una julienne molto sottile di insalata verde e il succo di mezzo limone.

Crostata con crema al cioccolato e mela

Cioccolato e frutta: questo abbinamento è solo un esempio.
Si sposa benissimo anche con le fragole, con il cocco fresco, la pera, con gli agrumi... Provate!
L'unica difficoltà della ricetta consiste nel preparare la pastafrolla, è quindi molto facile.
Tuttavia potete utilizzare la pastafrolla in rotoli già pronti.
Io preferisco preparare la mia.

Ingredienti:
Per la pasta frolla:
* 500 gr di farina
* 250 gr di burro morbido
* 140 gr di zucchero semolato
* 3 tuorli d’uovo
* 1 uovo intero
* la buccia di un limone grattugiata
Per la farcia:
*100g di cioccolato fondente
*1dl di panna liquida
*30g di buro
*50g di zucchero a velo
*1 mela

Procedimento:
Preparate la pastafrolla, meglio se con un giorno di anticipo:
Impastare lentamente nello sbattitore, utilizzando l’apposita paletta, lo zucchero, il burro, la buccia del limone, le uova e metà della farina.
Quando l’impasto inizia ad essere omogeneo aggiungere la restante farina, continuando ad impastare.
Lasciar riposare in frigo.

Rivestite con cartaforno e poi con la pastafrolla una tortiera, facendola aderire bene ai bordi. Bucherellate il fondo con una forchetta e tagliate la cartaforno in eccesso.
Coprite il fondo della torta con altra cartaforno (utilizzate pure i ritagli).
Cospargete di fagioli secchi o di riso e cuocete a 200° per una decina di minuti.
Nel frattempo fate fondere l cioccolato col burro in una casseruola su fuoco dolcissimo, unite poi panna e zucchero e fare sobbollire per 3 minuti, mescolando in continuazione sempe nello stesso verso.
Lasciate raffreddare a fuoco spento.
Sformate la crostata, levate la carta e riempitela con la crema al cioccolato, livellandola bene con una spatola.
Tagliate a fettine molto sottili la mela, fatele caramellare leggermente in uo sciroppo di acqua e zucchero e disponetele intorno alla torta e sulla superficie. Decorate, se volete, con altra frutta di stagione. Lasciate raffreddare prima di servire (è più buona il giorno dopo).

venerdì 8 maggio 2009

Brioches salata farcita

Brioches salata farcita

Sono certa che nessuno di voi si metta a preparare la base della brioche dal momento che in commercio ne esistono di molto buone e già pronte (almeno dalle nostre parti).
Ma la soddisfazione di sperimentarvi, qualora ve ne venisse voglia, nella pasta lievitata, non ha prezzo.
La ricetta è del nonno di un nostro caro amico, che credo facesse il panettiere qui in sicilia. La famiglia si è ormai da tempo trasferita a Siena, ed io ho avuto il privilegio di avere questa ricetta dall'agenda di famiglia.
Questa brioche, di grandi dimensioni, funge da torta salata, è farcita con delle verdure condite con una maionese allo yogurt, formaggio e tonno. Ma la farcitura può variare a seconda dei vostri gusti.
Io trovo irrinunciabile il sesamo sulla superficie.

Ingredienti per la brioche:
*350g di farina (metà 00 e metà manitoba)
*35g di zucchero
*35g di strutto ( se non lo trovate sostiute col burro)
*35g di lievito di birra fresco
*1 pizzico di sale
*un pò di latte e acqua per impastare
*semi di sesamo

Procedimento:
Sciogliere il lievito in un pò di latte tiepido.
Disporre la farina a fontana, e versarvi al centro lo zucchero, il sale e la sugna a temperatura ambiente, mescolandola con le mani alla farina. Per ultimo aggiungere il lievito sciolto nel latte.
Lasciare lievitare finché non avrà più che raddoppiato il volume.
Prima di cuocere spennellare la superficie con tuorlo sbattuto per lucidare e cospargere abbondantemente con semi di sesamo.
Infornare a forno caldissimo, non troppo vicino alla fonte di calore, a 250° finché la superficie non si è imbrunita.

Per la farcia:
*400g di insalata mista (la quantità varia a seconda di quanto volete sia farcita)
*50g di mais
*2 scatolette di tonno sgocciolato da 180g
*tabasco
*1 yogurt naturale
*2 cucchiai di maionese light
*formaggio a fette

Procedimento:
Frullare nel robot da cucina la verdura lavata finché non si ottiene un trito medio/fine.
Condirla con il tonno sminuzzato, il tabasco, il mais.
Mescolare la maionese e lo yogurt, versare quindi questa salsa sull'insalata.
Disporre la farcia sulla brioche tagliata a metà longitudinalmente, non troppo tempo prima di servirla (altrimenti l'umidità la renderà molliccia) né troppo tardi (altrimenti non si amalgameranno i sapori).
Suggerisco di dividere la farcia a metà e spalmarla su entrambe le parti, di modo che si inumidiscano uniformemente.
Completare con del formaggio affettato (ho usato una provola dolce) e richiudete le due metà. Servite fredda.

Sfoglia di patate e prosciutto

Sfoglia di patate e prosciutto

Vi capita mai di cucinare o di comprare -che ne so- il pollo allo spiedo con contorno di patate, e di avanzarne troppe? Questa sfoglia di patate e prosciutto mi ha risolto non poche cene con il minimo del tempo impiegato, perché i suoi ingredienti li abbiamo facilmente già in casa.
Una crosta di pastasfoglia che contiene una cremosità di patate al formaggio e dadini di croccante prosciutto.
Molto semplice da fare, con gli avanzi di patate già cotte, ma anche a prepararle di proposito (lessandole). Potete usare questa ricetta per una cena fredda, o come antipasto. Di solito è per me una variante alle tante torte salate che preparo per gli ospiti, e fa da riempimento tra gli antipasti.
Sia per i grandi che per i più piccoli, si prepara velocemente ed è un ottimo comfort-food.
Se vi piace, potete spolverizzarla con qualche erba aromatica, come il rosmarino, o anche con noce moscata.
Bontà garantita!

sfoglia di patate e prosciutto


ingredienti

*un rotolo di pasta sfoglia
*5 patate grosse
*200g di prosciutto a cubetti
*50g di formaggio grattugiato
*2 uova grandi + un pò di latte

preparazione

Lessare le patate a cubetti (o cuocerle al microonde), sbucciate e salate. Tenerle al dente e lasciarle raffreddare.
Mescolarle con prosciutto e formaggio.
Sbattere le uova con un pò di latte, salarle.
Stendere il rotolo di pastasfoglia della forma desiderata, versarvi dentro il composto di patate, versarvi sopra le uova sbattute col latte.
Infornare a forno già caldo, 200° per 30 minuti circa.

Frittata di ricotta e spinaci


frittata di ricotta e spinaci
Inserito originariamente da MelaZenzero
Questa è una ricetta molto semplice che piace tanto a Zenzero. Gli ingredienti principali sono solo ricotta fresca di pecora di prima qualità, uova, spinaci o erbette a vostra scelta. Abbiate un pò di pazienza durante la cottura, perché il segreto è farla gonfiare e cuocere bene con una crosticina in superficie.


Ingredienti per 6 persone:
*4 uova grandi
*700g di spinaci surgelati (ottima anche la bieta o qualsiasi verdura fresca a foglia scura)
*250g di ricotta di pecora ben sgocciolata
*50g di grana grattugiato
*noce moscalta
*sale, peperoncino

Procedimento:
Scolgelare gli spinaci e cuocerli leggermente senza acqua (io ho usato il microonde, diversamente usate un tegame cperto antiaderente).
Strizzateli molto bene, e mescolateli alle uova sbattute con sale, abbondante noce moscata e peperoncino, la ricotta e il formaggio grattugiato. Ottenete un composto omogeneo.
Scaldate in una capiente padella abbondante olio d'oliva, e versate la frittata.
Tenete qualche minuto a fuoco vivace, in modo da far formare la crosticina, poi diminuite la fimma e coprite in modo da far gonfiare la frittata.
Spegenete il fuoco, versate su un largo piatto, oliate di nuovo la padella se necessario, e ripetete l'operazione dall'altro lato.

mercoledì 6 maggio 2009

Dolce sfoglia ai frutti di bosco e crema


torta del bosco
Inserito originariamente da MelaZenzero
La sfoglia ai frutti di bosco è un dolce veloce e fresco.
Una base di pasta sfoglia (che io ho provato in versione light) farcita con frutta di stagione e formaggio cremoso trasformato in crema, e decorata con un pò di fantasia.

La frutta può essere fresca o anche surgelata, la crema è invece sullo stile delle cheesecake, e si prepara nel tempo di cottura della torta.

E' una ricetta davvero semplice , basta solo un pò di tempo per decorarla, e sarà bella da vedere e da gustare.

ingredienti

*1 rotolo di pasta sfoglia light + 1 pezzetto
*5 cestini di frutti di bosco (fragole, lamponi, ribes, more, mirtilli)
*250g di formaggio tipo ricotta, philadelphia, o mascarpone
*100g di zucchero a velo
*2 uova
*1 bicchierino di liquore all'arancia o al limone
*2dl di panna montata
Per decorare: un'arancia, frutti di bosco.

preparazione

Foderate una tortiera con un rotolo di pasta sfoglia bucherellate il fondo con una forchetta, copritelo di cartaforno e fagioli secchi, cuocendo a 200° per una decina di minuti.


Nel frattempo preparate la farcia:
sbattete i tuorli con lo zucchero, e quando saranno spumosi unite il formaggio, fino ad ottenere una crema morbida.

Stemperare con il liquore versato a filo e incorporare gli albumi montati a neve.

Lavate e pulite i frutti di bosco, mettetene da parte metà per la decorazione, incorporare il resto alla crema.

Versatela nella tortiera nel frattempo sfornata, livellando bene con una spatola.

Ricavate dal secondo disco di pasta sfoglia un cerchio più piccolo e ponetelo al centro sopra la crema, passando il tutto in forno già caldo per altri 10/15 minuti.

Sfornate il dolce e decorate con i frutti di bosco, l'arancia affettata molto sottilmente, e ciuffetti di panna montata.

Servire fredda.



lunedì 4 maggio 2009

Coppe di gamberi alle mele


Coppe di gamberi alle mele
Inserito originariamente da MelaZenzero
Un delizioso antipasto che si adatta ad ogni stagione, che a me piace particolarmente.
Si prepara in anticipo e si conserva in frigo, in modo da servirlo fresco (ma non troppo) al momento del pranzo.
Il connubio tra i gamberi, che devono essere abbastanza sodi, e la croccantezza della mela, un pò acidula, si mescola alla perfezione con la salsa e la verdura.
Insomma, è buono!

Ingredienti per 4 persone:
*200g di gamberetti surgelati
*una mela verde
*6 cucchiai di maionese
*qualche foglia di lattuga
*sale, succo di limone

Procedimento:
Scottate i gamberetti in acqua salata, o meglio ancora cuoceteli a vapore.
Scolateli e mescolateli alla mela sbucciata e tagliata a piccoli cubetti.
Spruzzate con il succo di limone, sale e maionese.
Tagliate la lattuga a strisce molto sottili e distribuitela in 4 coppette, versate poi il composto di gamberetti e servite.
Se volete potete aggiungere alla maionese qualche cucchiaio di yogurt per renderla più leggera.

domenica 3 maggio 2009

Torta di polenta e tritato

Questo piatto è una rivelazione.
Ottimo come piatto unico per una cena, facile perché si prepara in anticipo e poi si serve caldo o tiepido.
E' costituito da una pasta al vino, molto elastica, e da alcuni strati di polenta soda farcita con un ragù bianco di maiale.


Ingredienti:
*500g di farina gialla per polenta
*2,5 litri di acqua bollente salata
Per la pasta al vino:
*1,5 dl di vino rosso allungato con acqua fredda
*300g di farina bianca
*100g di burro tagliato a pezzetti
*4 cucchiai di olio
Per il ripieno:
*200g di salsiccia fresca sbriciolata
*500g di tritato di maiale magro sminuzzato
*150g di burro
*12 foglie di salvia tritate
*300g di pancetta a dadini
*noce moscata grattugiata

Procedimento:
Per fare la pasta, versate la farina a fontana sun un piano. Mettete al centro burro, olio, un pizzico di sale, e lavorate delicatamente, unendo un poco alla volta il vino mescolato con acqua.
Impastate bene, avvolgete in un panno e tenete in luogo fresco per mezz'ora.
Per il ripieno, sciogliete in padella 60g di burro e la pancetta, mescolate bene e unite salsiccia e tritato di maiale, sale, pepe, noce moscata e fate cuocere mescolando spesso.
Dividete l'impasto in due sfoglie, stendetene una in una teglia rivestita di cartaforno, facendola aderire al fondo e alle pareti.
Cuocete la polenta.
Riempite la teglia alternando strati di polenta e di ripieno, finendo con uno strato di ripieno.
Stendete sopra la seconda sfoglia per coprire la superficie superiore della teglia, e infornate a 220° per 25 minuti.
Fate riposare una ventina di minuti prima di servire.

Tagliolini alla crema di tartufo e funghi

Primo piatto non eccessivamente difficile, ma "raffinato".
Otterrete il sugo ai funghi nel tempo di cottura della pasta o poco più.
E' sufficiente acquistare pochi semplici ingredienti e scegliere tagliolini di prima qualità.


Ingredienti per 4 persone:

* 300g di tagliolini all'uovo
* 200g di funghi porcini
* uno spicchio d'aglio
* 2 cucchiaini di salsa al tartufo già pronta
* burro, olio
* panna da cucina
* sale e pepe

Procedimento:
Pulite i porcini, sciacquateli, o meglio spennellateli per togliere i residui di terra, tagliateli a fette.
In una padella scaldate 2 cucchiai di olio con l'aglio, quando sarà colorito eliminatelo.
Aggiungete i funghi, salate, pepate, e lasciate cuocere circa 10 minuti.
Intanto cuocete i taglioni in acqua bollente.
Una volta cotti i finghi, uniteli alla salsa di tartufo e mescolate bene.
Aggiungete una noce di burro e mantecate con 2 cucchiai scarsi di panna.
Con questo condimento mescolate i tagliolini cotti al dente.
Se avete del tartufo fresco, potete decorare il piatto con delle scaglie grattugiate.

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...