Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

martedì 2 marzo 2010

Torta di tritato in crosta di sfoglia



torta di tritatoIncredibilmente, questa è una ricetta propostami da mia madre. Lei che detesta cucinare, che non le va di stare a i fornelli, col tritato è una fata. Diciamolo, come lo impasta lei non lo impasta nessuno, anche se per la verità la prospettiva corretta sulla cosa sarebbe che io a volte mi perdo in un bicchier d'acqua, e quindi anche se è una cosa così semplice non mi riesce come vorrei.
Lei ha sperimentato questo: dopo le sue buonissime polpette, ha pensato di dare un vestito di sfoglia allo stesso impasto, e poi di proporlo come torta salata molto sbrigatva ma nello stesso tempo ricca. Ed io ho emulato.


Ingredienti:

  • 1kg di macinato di manzo
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 2 uova piccole
  • 40g di parmigiano grattugiato
  • abbondante noce moscata grattugiata
  • prezzemolo tritato fresco
  • sale e e pepe
  • latte q.b.
  • pangrattato q.b.
  • 1 rotolo di pasta sfoglia


Tritate le verdure. Sbattere le uova.
Impastare tutti gli ingredienti con il macinato, e allargare la pasta sfoglia direttamente in teglia.
Farcire con l'impasto di carne, ripiegare leggermente il bordo e decorarlo con i rebbi di una forchetta.
Informare a 200° per 35 minuti circa.
Servire tiepida.

5 commenti:

manuela e silvia ha detto...

sai che è davvero tanto che ci ripromettiamo di provare la carne in crosta! la tua ci mette prorpio voglia di farla!!
un'idea diversa e molto gustosa!!!
bacioni

Ely ha detto...

buonissima un bellissimo piatto anche per un buffet :-) baci Ely

Daniela ha detto...

Sì anche io la vedo molto in per un buffet...
ottima!
a presto

Mela ha detto...

Cara ragazze, grazie per i vostri commenti. Tra le mie "etichette" c'è una categoria che si chiama "cene in piedi": è il mio modo di raccogliere tutte quelle ricette che sono "a buffet", ovvero tutte quelle pietanze che necessitano solo di essere scaldate e si possono mangiare, appunto, anche in piedi. L'idea è nata dalla necessità di pensare a dei menu che mi consentissero di preparare per tanti commensali ma nello stesso tempo che non richiedessero il posto a tavola ovvero per quelle cene per le quali voglio preparare in anticipo per poi godermi la serata.
Quindi certamente sì, questa ricetta rientra in questa categoria.

Dolcetto ha detto...

Davvero un'ottima ricetta, da tener presente!

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...