Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

sabato 10 aprile 2010

Agnello ai carciofi

Cerda è un comune della provincia di Palermo, situato nelle Madonie nord occidentali, famoso per la produzione di una particolare specie di carciofo spinoso. In prossimità del 25 aprile ricorre la storica sagra che vede il piccolo paesino riempirsi di numerosi turisti. In questo periodo si trovano sul mercato i carciofi più buoni, che nel territorio si utilizzano in più di cento ricette, dall'antipasto al dolce, compreso il famoso liquore ("contro il logorio della vita moderna"). Unendo questo ingrediente ad un altro tipico di questa stagione, l'agnello, nasce questa proposta di oggi.

Ingredienti per 6 persone:
  • 18 costolette di agnello
  • 6 carciofi
  • timo, salvia, rismarino
  • farina
  • brandy
  • olio e.v. d'oliva
  • brodo vegetale (carota, sedano, cipolla e scarti del carciofo)
  • sale, pepe
Mondate e lavate i carciofi, privateli di barba e spine, tagliateli a spicchi.
Rosolateli in padella con 2 cucchiai di olio, sale e pepe.
Lessate gli scarti con le verdure, passate poi il tutto al mixer.
Rosolate le costolette alla piastra dopo averle infarinate e cosparse di trito aromatico.
Irrorate con mezzo bicchiere di brandy, fiammeggiate, salete, pepate, e insaporite con il passato di verdure e carciofo, di cui ne terrete un pò da parte per accompagnare il piatto.
Servite la carne con i carciofi a spicchi e la salsina.

3 commenti:

Ely ha detto...

che bel piatto! l'agnello mi piace molto come sapore, è bandito per il momento per le intolleranze ma mi segno la ricetta poi adoro i carciofi quindi... a presto! Ely

Mela ha detto...

Che strano Ely, per quel che ne so l'agnello è una delle carni a più basso valore di allergenicità, per questo si dà per prima nello svezzamento...

manuela e silvia ha detto...

Una festa molto carattersitica questa!! e ottimo il vostro agnello..quasi dolce!
un bacione

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...