Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

mercoledì 19 ottobre 2011

Rollè di pollo con patate al forno

rollè di pollo

Per questa ricetta vi serve un buon amico: il macellaio!
Non mi azzarderei mai, infatti, a cimentarmi nell'impresa di mettermi a preparare la carne a casa, piuttosto ho scoperto che in un grande centro commerciale vicino casa mia, su richiesta, preparano la carne a necessità, e te la danno con retina annessa per farcila a tuo gusto. Nel caso specifico credo (non mi sono preoccupata di informarmi sulle questioni "tecniche") si tratti di un petto adeguatamente tagliato e battuto.

Nasce così il rollè di pollo al forno, la cui unica difficoltà è proprio infilarlo nella retina (meglio se fatto a quattro mani).
Che poi, mi chiedo, ma chi me lo fa fare a cimentarmi in queste imprese titaniche, quando la vita potrebbe essere molto più semplice? Masochismo.
Mi immaginate placida a scrivere di questa ricetta, imperturbabile, alla Giulia Child, che descrive la farcitura di un tacchino come se equivalesse a limarsi un'unghia. E invece no: mentre tento di ficcare il volatile in quella maledetta impegnativa retina, impreco come una disperata l'aiuto di mio marito. E lui, paziente, arriva in extremis e mi sopporta -aiutandomi- mentre sono fuori di me.

La farcitura può essere di qualsiasi tipo, in questo caso ho utilizzato solo del prosciutto cotto tagliato in una sola fetta, di circa 5 mm, e del formaggio fontal (le magagne ho ben evitato di mostrarle, mettendole sul lato inferiore del rollè!).
Un rametto di rosmarino, qualche patata per contorno, ed è fatta. Si fa per dire, eh.
Bon apetìt!

rollè di pollo

ingredienti
  • pollo, 1 fetta già allargata e battuta(peso varibile tra 600 e 800g)*
  • prosciutto cotto, 150g (in un'unica fetta, eventualmente in due, spessore 1/2 cm)
  • formaggio tipo fontal o provola a fette, 50g
  • rosmarino, 1 rametto
  • pancetta, 2-3 fette 
  • sale, q.b.
  • pepe q.b. 
*In alternativa potete usare le sovracosce disossate e battute, disposte in fetta e poi infilate nella rete o cucinte
preparazione

Allargate la fetta di carne sul piano di lavoro, salate, pepate, e disponetevi sopra il prosciutto e il formaggio a fette.

Arrotolate dando la forma del rollè e avvolgetelo nella pancetta.

Infilate nella retina insieme al rametto di rosmarino, e cucite con lo spago le due estremità (faticaccia!).

Cuocete in forno a 200° con funzione crisp per 15 minuti, o in forno statico per 30 minuti circa, girando a metà cottura per dorarlo uniformemente.
Servite con patate al forno.

7 commenti:

Mariabianca ha detto...

Buonissimo!!!!Quando ero sposina (secoli fa!!!)lo facevo spesso...poi ho dimenticato la ricetta.
Devo rifarlo...
Buona giornata a te.

Federica ha detto...

veramente squisito!baci!!

La cucina di Esme ha detto...

Un lavoraccio dalla tua descrizione, ma decisamente squisito, ne valeva la pena. Brava!

Anonimo ha detto...

Non male anche la versione identica ma cucinata in pentola, inizialmente con un po di olio di oliva e poi aggiungendo un bicchiere di brodo. Tempo totale 30/40 minuti a seconda del diametro. Saluti da Bob

Anonimo ha detto...

..un piccolo consiglio per infilare il rollè nella retina,senza dannarsi la vita:io mi sono procurata, in un negozio di ferramenta,un tubo di plastica,quelli arancioni ce si usano per gli scarichi,lo tagliato con un seghetto a misura circa cm.45,una volta lavato bene, lo ungo all'interno con un pochino d'olio,all'esterno ho infilato la retina, fatto passare dentro il rollè e contemporaneamente tiravo la carne,avendo cura di chiudere la retina al suo passaggio,....et voilà il gioco è fatto!poi lavo il tubo e lo riutilizzerò al prossimo rollè!

Mela ha detto...

Anonimo (per favore, lascia il tuo nome la prossima volta, così posso parlare con qualcuno!)

Grazie della dritta, è davvero una bella idea!

cettina ha detto...

per infilare il rollè nella retina, io utilizzo il guscio di un thermos da un litro. faccio così: svito il fondo e tolgo il contenitore di vetro. infilo la retina dalla parte del beccuccio che è molto più stretta quindi scivola bene, metto il rollè dentro il guscio dalla parte del fondo, faccio scivolare la retina fino in fondo a coprire l'apertura, alzo in verticale il guscio come se dovessi metterlo in piedi e la forza di gravità farà scendere il rollè nella retina. semplice...

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...