Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

lunedì 20 gennaio 2014

Torta che si cuoce con la crema dentro: la facilissima torta Nua

Oggi vi mostro come cuocere una torta che ha già la crema dentro. Questa torta non rappresenta certo una novità sul web. L'ho sentita anche chiamare "la torta magica", perché formate gli strati prima della cottura e questi si addensano dentro il forno. Ne uscirà una torta già farcita, senza doverla poi tagliare a freddo.

Torta Nua cotta con la crema

Di questa torta ho sentito parlare da lungo tempo bene e male. Ero curiosa.
Pensavo fosse comodo avere una torta già farcita, senza dover aspettare che si raffreddi e poi tagliarla e guarnirla. Beh, lo è.  Ammetto, tuttavia, che la crema non è uguale ad una farcitura a freddo: viene più soda, compatta, ma ugualmente buona.

Torta Nua cotta con la crema

Ne esistono moltissime versioni, e, come accade in molti tam tam, si perdono un po' le linee guida: non tutte le ricette sono uguali, le dosi diventano approssimative e vengono adattate alle comodità di ciascuno (compreso l'uso del bimbi). In mancanza di indicazioni precise, quindi, ho calcolato le mie dosi per uno stampo da 22cm di diametro.

La torta è migliore il giorno dopo, e potete provarla in tutte le varianti che preferite (cacao, agrumi, ricotta, rum, etc.) Ho scoperto che conservata in un foglio di alluminio migliora decisamente in sofficità.

E' possibile realizzarla in diversi modi: la maggior parte la prepara distribuendo la crema a cucchiaiate nell'impasto (ma così diventa pesante e affonda facilmente in cottura), io ho preferito creare una specie di "disco" di minor spessore, tra uno strato di impasto e l'altro. Per ragioni estetiche, avevo già in mente di rovesciare la torta dopo la cottura, e ho avuto ragione: in questo modo sembra quasi una torta farcita a freddo.
Allo strato di crema pasticciera potete aggiungere un altro strato di crema al cacao, ad esempio, e farla bi-gusto.

Torta Nua cotta con la crema

Lunedì. Molti odiano il lunedì, me compresa.
Eppure c'è qualcosa di nuovo, fresco, speranzoso, in questo nuovo inizio, perfetto per chi ha bisogno di voltare pagina.

Sembrano più faticosi i lunedì di gennaio, per me sono un po' in salita: sono stanca, eppure ho tante cose da ricominciare. Anche fare le torte è qualcosa da ricominciare!
Da un lato meglio non farne, fanno ingrassare.
Dall'altro sono sempre state la mia passione, e si perde un po' la mano a non farne spesso. Il mondo dei lievitati mi ha assorbito molto, mfacendo mi mettere da parte la mia vecchia passione per i dolci casalinghi. Quest'anno vorrei un po' ribilanciare le parti, ma con saggezza: la dieta fatica a ripartire, e ho qualche chilo di troppo da smaltire!

Vi ho spaventato? Non temete, questa torta è abbastanza leggera, e soprattutto facile.
La ricetta è molto comune sul web, il procedimento l'ho invece adattato alla mia esperienza.
Se vi va di provarla, mi farebbe piacere sapere come vi riesce.

ingredienti

Per una tortiera di 22cm di diametro.

Per la crema al limone:
  • 1 tuorlo
  • 50 gr. di zucchero
  • 30 gr. di farina o amido
  • 250 ml di latte intero
  • mezza scorza di limone
Per la base:
  • 150 gr. di farina “00″
  • 100 gr. di zucchero
  • 2 uova intere
  • 50 gr. di latte intero
  • 65 gr. di olio di semi di arachidi
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • mezza scorza di limone
  • 1 pizzico di sale
preparazione

Cominciate dalla crema, che dovrà riposare.

In un pentolino dal fondo spesso scaldate il latte con la scorza di limone grattugiata (qualcuno la unisce intera e poi la toglie) su fuoco al minimo.

Mentre il latte sale a bollore (non dovrà arrivarvi) montate il tuorlo con lo zuchero finché non schiarisce.

Appena il latte freme, versate tuorlo e zucchero nel latte, spegnete il fuoco, unite l'amido setacciato.

Mescolate delicatamente con una frusta finché non comincia ad addensarsi, quindi lasciate a raffreddare.

Preparate ora la base della torta.

Pesate prima tutti gli ingredienti.
Imburrate e infarinate la tortiera.

In una planetaria con frusta doppia montate le uova con lo zucchero, un pizzico di sale e la scorza di limone, finché non "scrivono" (ovvero sollevando la frusta il composto rimane attaccato ai fili e colando giù resta per un attimo visibile come un filo).

Incorporate la farina setacciata con il lievito, a piccole dosi,  e mescolate a mano (con un cucchiaio o un leccapentole), delicatamente, finché non è completamente incorporata. 

Cominciate a scaldare il vostro forno, alla temperatura di 160°.

Unite a questo punto il latte a filo, poi l'olio in questo modo:
in una ciotola a parte amalgamate qualche cucchiaio della massa che avete appena montato alla dose di olio, non il contrario.
Una volta disciolta bene la piccola parte di impasto nell'olio della ciotola, incorporate il contenuto della ciotola alla massa montata che avete in planetaria.

Procedete rapidamente alla posa nello stampo:
versate metà del composto con delicatezza sul fondo dello stampo,
quindi versate circa 6 cucchiai di crema a formare uno strato, al centro, lasciando qualche millimetro dai bordi, quindi terminate con la metà del composto.
Infornate per 45 minuti circa.

Sfornate, lasciate raffreddare qualche minuti, capovolgete su una gratella per dolci.
Una volta freddo, cospargete il dolce di zucchero a velo.


-----------
© Melazenzero. Immagini e contenuti sono protetti da copyright. Si prega di non utilizzare le immagini senza previa autorizzazione. Se si vuole ripubblicare questa ricetta o i concetti espressi nella descrizione, si prega di ri-scrivere la ricetta con parole proprie, e porre sempre e comunque un link a questo post per la ricetta.

12 commenti:

Alem ha detto...

L'ho fatta anche io.
E la riprovero' girandola :) molto piu' bella!!! :)

Mikroula ha detto...

Io di questa torta magica avevo provato una ricetta completamente diversa......ma non mi è piaciuta....devo provare questa però!

Mela ha detto...

Fatemi sapere, sempre curiosa di imparare cose nuove dalle vostre esperienze :)

Mela ha detto...

Segnata!
Proverò a farla quanto prima, perché questa tua versione ispira proprio... complimenti!

La cucina di Esme ha detto...

trovo la tua idea di spalmare la farcia e rigirare la torta veranmente vincente è bellissima!
baci
Alice

Eleonora ha detto...

Ne ho sentito parlare spesso ma mai provata, forse è l'occasione giusta, grazie :-)

Ele ha detto...

Una volta fatta si conserva in frigo o no?

Mela ha detto...

Ciao Ele, a meno che non faccia veramente caldissimo puoi tenerla anche a temperatura ambiente, se pur non si guasta in frigo!

Chiara ha detto...

L'ho fatta ieri come dessert della domenica: un successone! Mica è facile poi fare una torta così buona e allo stesso tempo così leggera... Grazie tante dell'idea. Ti inserisco tra i miei blog preferiti!

Mela ha detto...

Grazie Chiara

Marianto ha detto...

La torta magica é un'altra, non è questa. alla Torta Nue, come hai indicato qui, bisogna aggiungere la crema. Nella torta magica invece no, è un unico impasto che cuocendo diventa una torta a tre strati con tre consistenze. Cerca la ricetta è provala!

Marianto ha detto...

La torta magica é un'altra, non è questa. alla Torta Nue, come hai indicato qui, bisogna aggiungere la crema. Nella torta magica invece no, è un unico impasto che cuocendo diventa una torta a tre strati con tre consistenze. Cerca la ricetta è provala!

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...