Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

mercoledì 2 marzo 2011

Frittatine: al salmone & zenzero, e ai gamberi & zucchine

Un post un pò lunghetto per raccontarvi la storia di queste frittatine in gran galà: al salmone & zenzero, e ai gamberi & zucchine. Abbiate la pazienza di arrivare fino in fondo, anche perché con questa ricetta ho deciso di partecipare al contest di Gustosamente Leda che mette in palio un gadget di Scacco alle Regine
Sarò sincera: non partecipo per vincere, perché io non vinco mai. Partecipo perché Leda è simpatica, i due blog sono bellissimi, e condividere le ricette mi piace moltissimo!

Queste sfiziose frittatine sarebbero molto rapide da preparare, se non fosse che io penso sempre "in grande", e per realizzarle mi sono cimentata in un'impresa un pò laboriosa: metterle in tavola per 6 persone preparandole in un minuscolo padellino, in modo da dar loro una forma graziosa per il secondo piatto. Friggere 12 frittatine non è roba da un momento, ed essendo molto piccole, a me ne è venuta anche qualcuna in più.
Il risultato è stata un pò di stanchezza in più del previsto, ed un tempo abbastanza lungo davanti all'olio caldo, il che significa anche uno shampoo da fare dopo la preparazione.
Ma state tranquilli, non è poi così grave: basta calcolare i tempi, e munirsi di un pò di pazienza. La preparazione è facilissima.

IMG_6574
  

Ecco come si definisce una frittata:

"Una frittata, o omelette, è un piatto a base di uova battute rapidamente, cotte con il burro o l'olio in una padella , a volte ripiegate su se stesse e con un ripieno di formaggi , verdure , carne (spesso prosciutto), o una combinazione di quanto sopra. 
Per ottenere una texture soffice, le uova intere o talvolta solo albumi sono mescolate con una piccola quantità di latte o panna, o anche acqua, con l'idea di avere "bolle" di vapore acqueo intrappolato all'interno dell'uovo cotto rapidamente. Le bolle sono ciò che rende la frittata leggera e spumosa. Le omelette possono essere solo parzialmente cotte sul lato superiore, e non capovolte, anche prima di piegarle".
(fonte: Wikipedia)







Detto questo, mi sono messa all'opera, ed ho cercato di dare ad un piatto umile un vestito un pò di classe. Ho preso due ingredienti che di solito "fanno eleganza",  il salmone e i gamberi, ed ho fatto del mio meglio perché facessero bella mostra di sé nelle mie frittatine (o dovrei dire piccole omelette? Tres chic).

IMG_6528

Mentre le preparavo, oltre a pasticciare un pò ovunque in cucina, le tenevo una sull'altra per mantenere il calore. E pensavo, nel frattempo, alla storia della frittata. Si fa presto a dire "frittata". Se avessi preparato un bel frittatone grande grande, avrei avuto un piatto rustico, ma così piccine, devo dire, hanno fatto la loro bella figura. Ed erano anche buone.
Possono fungere benissimo da antipasto, se preferite, del resto la forma lo consente.

IMG_6566

Vi lascio con una citazione... d'elite (ma non troppo) e... bon apetit!

"Chi è che non sappia far le frittate? E chi è nel mondo che in vita sua non abbia fatta una qualche frittata? Pure non sarà del tutto superfluo il dirne due parole. Le uova per le frittate non è bene frullarle troppo: disfatele in una scodella colla forchetta e quando vedrete le chiare sciolte e immedesimate col torlo, smettete. Le frittate si fanno semplici e composte; semplice, per esempio, è quella in foglio alla fiorentina che quando un tale l'ebbe attorcigliata tutta sulla forchetta e fattone un boccone, si dice ne chiedesse una risma. Però riesce molto buona nell'eccellente olio toscano, anche perché non si cuoce che da una sola parte, il qual uso è sempre da preferirsi in quasi tutte. Quando è assodata la parte disotto, si rovescia la padella sopra un piatto sostenuto colla mano e si manda in tavola. Ogni erbaggio o semplicemente lessato o tirato a sapore col burro, serve per le frittate, come può servire un pizzico di parmigiano solo o mescolato con prezzemolo. Se non fosse indigesta, grata è la frittata colle cipolle. Due delle più delicate, a gusto mio, sono quelle di sparagi e di zucchini. Se di sparagi, lessateli e tirate a sapore la parte verde con un poco di burro, mescolando un pizzico di parmigiano nelle uova; se di zucchini, servitevi di quelli piccoli e lunghi, tagliateli a fette rotonde, salateli alquanto e quando avranno buttato l'acqua infarinateli e friggeteli nel lardo o nell'olio, aspettando che sieno rosolati per versare le uova. Anche i piselli del n. 427, mescolati tra le uova, si prestano per un'eccellente frittata. Si fanno anche frittate alla confettura, spargendovi sopra della conserva di frutta qualsiasi, ridotta liquida, quando la frittata è cotta. Esse saranno buone, ma non mi garbano; e vi dirò che quando le vedo segnate sole fra i piatti dolci di una trattoria, comincio a prendere cattivo concetto della medesima."
(Artusi, La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene, n.145)

 ingredienti

Per 6 persone:
  • uova, 4+4
  • panna da cucina, 200ml
  • gamberi, 250g già sgusciati
  • zucchine bianche, 2 piccole
  • parmigiano grattugiato, q.b.
  • salmone affumicato, 200g
  • zenzero fresco, q.b.
  • sale e pepe
  • noce moscata
  • olio per la cottura 
  • prezzemolo fresco tritato (facoltativo) 
 preparazione
 

Per ogni gusto, ho usato 4 uova e ho preparato i due tipi di frittata separatamente.
Sbattete le uova in una boulle capiente, insieme a qualche cucchiaio di panna.
Unite sale, pepe, abbondante parmigiano e noce moscata.
 
Per le frittatine al salmone:
Unite del salmone affumicato tritato al coltello, un macinata abbondante di zenzero fresco o surgelato, lasciate a riposare qualche minuto.
Fate riscaldare un filo d'olio in una piccola padella (intendo proprio piccolissima, tipo quelle delle bambole!) , meglio se dalla forma particolare (ne esistono diverse in commercio) e versate con un mestolino l'impasto, avendo cura di equidistribuire i pezzetti di salmone
Fate una frittellina, rigirate con l'aiuto di una spatola rigida, cuocete rapidamente su ambo i lati, mettete su un piatto con carta assorbente. 

Per le frittatine ai gamberi: 
Cuocete le zucchine, pelate e a cubetti,  in un tegame in pirex secondo il tempi del vostro microonde (o in umido, sui fuochi).
Cuocete i gamberi sgusciati (io ho usato quelli surgelati) a vapore (o in pochissima acqua salata). 
Raffreddate questi due ingredienti, e versateli nella mistura di uova, come sopra.
Riscaldate un filo d'olio in padella, procedete come sopra, cercando di equidistribuire gamberi e zucchine.
Rigirate con una spatola rigida, cuocendo ambo i lati.
Servire calde. 


5 commenti:

Leda ha detto...

Meraviglia delle meraviglie... sono una più sfiziosa dell'altra! Grazie mille per aver partecipato al contest. :))

Mela ha detto...

Grazie a te Leda per avermi "costretto" a sistemare queste foto e annotare questa ricetta!

Letiziando ha detto...

Stupende le foto, come del resto la ricetta delle frittatine, pardon delle omlette, che non sono raffinate solo nelle dimensioni ma anche negli ingredienti utilizzati.
I miei più sinceri in bocca al lupo per il contest ;-)

Scacco alle Regine ha detto...

♥ Grazie di cuore per aver partecipato con la tua gustosa ricetta!

GLORIA
www.scaccoalleregine.it

NIGHTFAIRY ha detto...

Ciao cara!prova a cercare su google immagini: griglia per crostata. Ti compare uno stampo tondo di plastica bianca...é quello! :)

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...