Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

mercoledì 22 aprile 2020

Riso alla zucca e pancetta croccante: ricetta facilissima

Il riso con zucca e pancetta è una di quelle che io chiamo "non ricette": cucina extra-facile e super-veloce.
Gli ingredienti sono in pieno "quarantena-mood", ovvero fare quel che si può con quel che si ha.



Quindi, solo tre ingredienti: un passato di zucca surgelato, del riso e qualche fetta di pancetta da banco.
Qualcuno forse storcerà il naso perché non è una ricetta interamente home-made, ma vi assicuro che, se non avete voglia di cucinare, non avete tempo, non avete voglia di andare a fare spesa, avrete la massima resa con la minima fatica.
Del resto, ormai lo avete capito: in questo periodo da corona-virus sto assecondando la richiesta di darvi dei suggerimenti per una cucina FACILE e GUSTOSA!

 ingredienti

Per tre persone:

  • 600gr di passato di zucca surgelato (o se preferite, preparato da voi)
  • 220gr di riso Carnaroli
  • 6-8 fette di pancetta 
  • sale, pepe

preparazione

Cuocete il passato di zucca seguendo le indicazioni, in tegame oppure in microonde, cercando di non farlo asciugare troppo, tenendolo abbastanza liquido.
Nel frattempo lessate il riso in acqua salata, fermando la cottura a una decina di minuti.
Scolate il riso, e terminate la cottura rimettendo in tegame il riso insieme al passato di zucca.

Nel frattempo ponete una padella antiaderente su fuoco alto, e dorate le fette di pancetta.
Impiattate: il riso, le fette di pancetta, una spolverata di pepe abbondante e, se lo gradite, anche un po' di parmigiano.

-----------
© Melazenzero. Immagini e contenuti sono protetti da copyright. Si prega di non utilizzare le immagini senza previa autorizzazione. Se si vuole ripubblicare questa ricetta o i concetti espressi nella descrizione, si prega di ri-scrivere la ricetta con parole proprie, e porre sempre e comunque un link a questo post per la ricetta.

lunedì 20 aprile 2020

Panini facili di semola, tipo mafaldine

Una ricetta facile e veloce per il pane e panelle: dei panini di semola chiamati "mafaldine" che si possono fare in varia forma, qui fatti rotondi per poter essere tagliati e farciti (con le panelle!).



Si preparano in poco tempo, ma con poco lievito.
L'impasto non è molto idratato, quindi è gestibile con facilità.
È preferibile usare un'impastatrice, ma non è difficile impastare anche a mano.



ingredienti

  • 500gr di farina di semola
  • 325 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 3 gr di lievito di birra fresco
  • 7 gr di zucchero
  • 9 gr di sale
  • 24gr di olio d'oliva





preparazione

Sciogliere il lievito di birra e lo zucchero nell'acqua.
Dare qualche giro in planetaria, con il gancio k, e aggiungere la farina a cucchiaiate.
Con l'ultimo cucchiaio unire il sale.

Impastate fino a che la massa non si attacca più alle pareti della ciotola e sul fondo.
A questo punto inserite, goccia a goccia, l'olio, poco per volta, aspettando che l'impasto si "asciughi" nuovamente (non si attacchi al fondo) prima di inserirne altro.

Lasciate impastare per circa 20 minuti, tempo necessario ad ottenere un impasto incordato: non basterà che si stacchi dalla ciotola, ma la sua consistenza dev'essere liscia, manovrabile e non appiccicosa. Potete fare la "prova velo": allargando tra i polpastrelli un lembo dell'impasto deve sollevarsi senza strapparsi, come un velo.

Prendete un contenutore cilindrico (dai bordi perpendicolari al fondo) oppure graduato, ungetelo appena di olio, e riponetevi la massa. Segnate il livello della superficie sul contenitore all'esterno, per calcolare quando avrà raddoppiato il suo volume (tempo variabile a seconda delle condizioni climatiche e temperatura, all'incirca 1-2 ore).

A volme raddoppiato, ribaltate l'impasto su un piano appena infarinato e dividetelo in quante parti volete. Procedete con la forma che desiderate dare, io ho realizzato otto piccoli paninetti, che ho formato facendo roteare i pezzetti tra il palmo della mia mano e il piano di lavoro (come una "pirlatura").

Disponete su una leccarda rivestita di cartaforno, quindi spolverate di farina e coprite con un telo. Ponete a lievitare in un luogo riparato da correnti (io in forno spento con luce accesa).

Lasciate lievitare per circa un'ora, quindi tirate fuori e scoprite.
Accendete il forno alla massima temperatura.
Pennellate con latte o acqua e, se desiderate, cospragete con semi di sesamo o altro tipo.

Cuocete i panini per circa 15 minuti (8 pezzi).
Spegnete il forno e lasciate aperto a fessura per qualche minuto.
Sfornate, inclinate ogni panino su un lato e lasciate raffreddare.

-----------
© Melazenzero. Immagini e contenuti sono protetti da copyright. Si prega di non utilizzare le immagini senza previa autorizzazione. Se si vuole ripubblicare questa ricetta o i concetti espressi nella descrizione, si prega di ri-scrivere la ricetta con parole proprie, e porre sempre e comunque un link a questo post per la ricetta.

sabato 4 aprile 2020

Pancarrè con lievito di birra e impasto a mano: ricetta facile!

Oggi è sabato, e ovviamente siamo tutti a casa. Grazie al lockdown, non ci rimane che impastare.
"Che bella questa ricetta, come faccio a farla se non ho l'impastatrice?"
Detto fatto: vi rinfresco il procedimento dell'impasto a mano.
E a che ci sono, indico anche le dosi per il lievito di birra, che forse trovate tutti (forse!).

La ricetta con planetaria la trovate qui.
Potete adattare a questo procedimento anche la ricetta delle brioches, che trovate qui (presto vi inserirò il post ad hoc).
 

ingredienti

Per uno stampo da plumcake misura 25cm x 9cm
(per dimensioni differenti le proporzioni non saranno le stesse)

  • Farina 0 (qui conad), 168g  
  • Farina integrale (qui Fior di Mulino), 168g [potete usare anche tutta farina 0, 336gr]
  • Acqua, 198 g
  • Zucchero di canna, 13 g
  • Sale, 9 g
  • Burro bavarese, 30 g
  • Malto o miele o zucchero, 1 g
  • Lievito di birra fresco, 6 g  (oppure disidratato, 2 gr)

preparazione

Disponete la farina a fontana in una ciotola.
Mettete al centro tutti gli ingredienti tranne il burro e il sale.
Cominciate a mescolare con la punta delle dita in senso rotatorio fino ad assorbimento del liquido nella farina. Quando è quasi del tutto assorbito unite il sale.
Mescolate per 4-5 minuti.

A questo punto impastate sulla spianatoia con un movimento del polso che strofina sul piano.
Se si dovesse appiccicare, aiutatevi con una spatola, e procedete in questo modo.
Dovete ottenere un impasto consistente ed elastico.

A questo punto inserite il burro ma non in pomata, inserendolo al centro.
Riprendete il movimento di prima fino all'assorbimeno di tutto il burro.
Completate battendo l'impasto sul piano e riavvolgendolo a palla.
Procedete fino ad ottenere una massa legata, lucida e elastica.

Trascorso questo tempo, date due serie di pieghe a portafoglio (del tipo due) e lasciate riposare mezz'ora.

fasi preparazione pancarrè


Riprendete l'impasto e stendetelo in un rettangolo regolare infilandovi le quattro dita di ogni mano sotto e allargandolo delicatamente verso i lati e dal centro verso l'esterno. Cercate di non sgonfiare troppo l'impasto.
A questo punto arrotolate per il senso della lunghezza, strettamente senza lasciare spazi o bolle d'aria (questo servirà a portare in tensione la pasta e a favorire lo sviluppo del glutine, oltre che a dare alveolatura al vostro impasto).
Adesso avrete davanti il vostro salsicciotto arrotolato.
Disponete questo impasto in teglia da plumcake.
Dovrete lasciarlo, avvolto da un panno, fino al suo raddoppio.
Trascorso questo tempo infornate in forno già caldo, 180-200°.
Dopo 10 minuti abbassate a 170° e proseguite per altri 30-35 minuti.

Sfornate, attendete pochi minuti quindi togliete dallo stampo e trasferite su una gratella a raffreddare, preferibilmente poggiato su un fianco.
Potete spennellare ancora con del latte per lucidare la superficie. Non tagliate a caldo, ma lasciate fuoriuscire il vapore naturalmente, e affettate solo quando si sarà raffreddato, per un risultato migliore in aroma e alveolatura.

-----------
© Melazenzero. Immagini e contenuti sono protetti da copyright. Si prega di non utilizzare le immagini senza previa autorizzazione. Se si vuole ripubblicare questa ricetta o i concetti espressi nella descrizione, si prega di ri-scrivere la ricetta con parole proprie, e porre sempre e comunque un link a questo post per la ricetta.

venerdì 3 aprile 2020

Pancarrè o panbauletto: back to basic

In questi lunghi giorni da lockdown covid19 passo moltissimo tempo a spiegare ad amici e conoscenti le mie ricette. Consulenze h24! Sarà per questo, sarà che i giorni sono lunghi e tutti uguali, ma mi sono rimessa a scrivere e a impastare.
Sto lentamente tornando tra le pagine “impolverate” del mio vecchio blog.
Dopo un inizio di “quarantena” che ha destabilizzato tutto, ora cerchiamo nuovi equilibri.


Lasciarsi andare.
Aprire, non chiudersi.
Profumo di lievito.
Back to basic.

A proposito... la ricetta del panbauletto la trovate dove è sempre stata: qui,







-----------
© Melazenzero. Immagini e contenuti sono protetti da copyright. Si prega di non utilizzare le immagini senza previa autorizzazione. Se si vuole ripubblicare questa ricetta o i concetti espressi nella descrizione, si prega di ri-scrivere la ricetta con parole proprie, e porre sempre e comunque un link a questo post per la ricetta.

mercoledì 1 aprile 2020

Pizza senza impasto, re-edit: ricetta facile e rapida

La pizza senza impasto è una ricetta molto semplice che consente di avere un grande risultato con la minima fatica. E' sorella del pane senza impasto e si prepara in meno di un minuto. Occorrono alcune ore per la sua lievitazione, quindi è pronta per essere condita e infornata. La pizza che viene fuori è soffice, leggermente croccantina, con una buona consistenza (non gommosa) e un sapore gustoso.

Pizza senza impasto con lievito di birra 

 
ingredienti
  • 250 semola rimacinata
  • 250 farina 00 bio coop (w280 circa)
  • 5 g di lievito di birra fresco (oppure 1,5gr di lievito di birra disidratato)
  • 370 g di acqua
  • 40 g di olio
  • 15 g di sale
  • 1 cucchiaino da caffè di malto d'orzo zucchero (no miele)
preparazione

Versate l'acqua in un boccale misurato e sbriciolatevi dentro il lievito e il miele lo zucchero (o il malto).

Pesate gli altri ingredienti, mescolando le due farine in una capiente ciotola (dove poi lascerete a lievitare). Unite il sale.

Unite l'olio all'acqua e lievito e girate con una forchetta o con una frusta. Versate quindi il liquido nella farina e mescolate con una forchetta finché il liquido non ha assorbito tutta la farina (pochi istanti).

Avvolgete la ciotola in un sacchetto di plastica e chiudetelo per bene, quindi ponete a lievitare in luogo riparato da correnti, a temperatura non troppo bassa (perfetto il forno spento con lampadina accesa).

Lasciate a lievitare per 6-8 ore, tempo in cui triplicherà di volume.

Ungete una leccarda del forno 30 x 40, copritela di cartaforno, ribaltate piano l'impasto sulla teglia e stendetelo delicatamente con le dita unte d'olio.
[Come mi insegna Alessandra, non bisogna sgonfiare troppo l'impasto: tendetelo poco, e se non arriva al bordo della teglia, lasciatelo fin dove arriva, aspettate un pò che l'impasto si rilassi, poi provate ancora a stendere].

Lasciatelo a lievitare ancora un'ora.

Accendete il forno al massimo della temperatura e spennellate l'impasto con passata di pomodoro, sale e origano.

Cuocete nella parte bassa del forno per 20 minuti, quindi tirate fuori, unite la mozzarella tagliata e strizzata ed il condimento che più preferite, quindi proseguite la cottura per 10 minuti nella parte centrale del forno.

Buon appetito.

-----------
© Melazenzero. Immagini e contenuti sono protetti da copyright. Si prega di non utilizzare le immagini senza previa autorizzazione. Se si vuole ripubblicare questa ricetta o i concetti espressi nella descrizione, si prega di ri-scrivere la ricetta con parole proprie, e porre sempre e comunque un link a questo post per la ricetta.

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...