Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

venerdì 15 luglio 2011

Cozze scoppiate al pomodoro

cozze scoppiate al pomodoro

Impepata di cozze è il suo nome d'arte. Lo deve al fatto che si serve con una spolverata abbondante di pepe che danno il caratteristico sapore e profumo. Oltre ad essere un piatto molto semplice da preparare, è gustoso, ricco, e dai colori bellissimi.
Di queste foto, fatte al tramonto, sono particolarmente fiera, perché sono molto semplici, ed esaltano i colori del piatto, già "artistico" di per sé.
Il tramonto sull'isoletta è l'ora più bella: non c'è caldo, non c'è fretta, tutto invita a fermarsi, e al relax. I profumi di terra e di mare si mescolano insieme, e la vita sembra sedersi a tavola con te come un caro vecchio commensale. Le offri un bicchiere di buon vino bianco freddo, e vi guardate bene negli occhi, tu e lei.
Ci sono poche cose che in questi momenti possono turbare la pace.
Dovrei ricordarmene quando rientro in città, e lo stress e la fatica mi assalgono subito, vanificando gli effetti della vacanza e della natura.

Una piccola curiosità: sapevate che il bisso delle cozze (il filamento che si elimina) è una seta naturale? Un tempo veniva utilizzato per tessere tessuti molto pregiati, ricavati soprattutto da un mollusco che si chiama  pinna nobilis, che per l'inquinamento, la pesca indiscriminata, ed altre razzie, oggi è praticamente scomparso.
Non viene più utilizzato per farne tessuti, né per le sue potenti prorietà emostatiche, ma il suo nome è rimasto nel settore tessire per indicare un particolare tipo di tessuto leggero e resistente, nonché pregiato.

cozze scoppiate al pomodoro

Questa ricetta partecipa a:


ingredienti
Per due persone (come piatto unico):
  • cozze, 1kg
  • pomodoro pelato, 400gr
  • aglio, 2 spicchi
  • olio e.v. d'oliva
  • prezzemolo, q.b.
  • vino bianco, mezzo bicchiere 
  • pepe nero in grani, q.b. 

preparazione

Fatevi dare le cozze già pulite dal pescivendolo, di modo che non dobbiate spazzolarle una ad una per eliminare le alghe e le impurità. Eliminate quelle già aperte: devono essere perfettamente chiuse.

Eliminate da ciascuna il bisso, quel filamento che fuoriesce dalle valve, tirandolo con forza verso il lato esterno, tenendo le valve chiuse (altrimenti scappa la cozza!).

Rosolate l'aglio in padella in pochissimo olio, unite le cozze. Coprite con un coperchio, e fate andare qualche minuto. Appena le cozze sono aperte, irrorate con un filo d'olio e vino bianco, e fate cuocere qualche altro minuto. 

Unite quindi il pomodoro pelato e fate completare la cottura, restringendo un pò il sugo. Aggiungete quasi alla fine il prezzemolo finemente tritato.

Servite calde, in zuppetta, con una spolverata di pepe nero macinato al momento.
Ottima con crostoni di pane serviti al bordo del piatto. 
Vanno bene come piatto unico, ma anche come antipasto o come condimento per un primo piatto. 

4 commenti:

Mariabianca ha detto...

Mi piace come scrivi e quello che scrivi e.....mi piacciono tanto le cozze.
Bravissima,complimenti.

La cucina di Esme ha detto...

Hai ragione quando rientriamo in città ci facciamo fagocitare troppo velocemente dai suoi ritmi frenetici.
l'impepata di cozze...semplice, facile ma sempre magnificamente deliziosa, al mare la faccio spesso anche io. Buone vacanze!

Lucia ha detto...

C'è qualcosa di più appetitoso di un'impepata fatta a regola d'arte come questa? Secondo me assolutamente no! :-)

Fabiola ha detto...

ciao scusa se ti rispondo solo ora, ho inserito tutte le tue ricette, grazie.

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...