Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

giovedì 21 aprile 2011

Torta al cioccolato Eccellente: la ricetta perfetta

torta al cioccolato

Oggi apro le pagine della mia speciale agenda di cucina e vi racconto una delle mie ricette segrete, un cavallo di battaglia.
Questa ricetta ha sulle mie pagine il titolo di Torta al cioccolato Eccellente.
E per quanto io oggi cerchi un altro titolo, non riesco a dargliene uno nuovo, perché dal 1999 faccio questa ricetta chiamandola così. Ormai è il suo nome proprio.
La vedete la lievitazione? Alta e uniforme.

torta al cioccolato

E il cioccolato? Scuro e abbondante.
Ha poca farina, ed un cuore umido come piace a me.

torta al cioccolato eccellente

Non credo debba dirvi altro: se volete fare una torta al cioccolato (n.b., non ho scritto al cacao), questa è una delle migliori ricette che io conosca.
Ed è collaudata, da una vita.
Se la provate, fatemi sapere: mi farebbe particolarmente piacere.
  
ingredienti



  • cioccolato fondente al 70% di cacao, 250g
  • uova, 4
  • zucchero semolato, 100g
  • burro, 100g
  • latte, 100g
  • farina 00, 200g
  • lievito, 1 busta
  • sale, q.b.
  • liquore amaretto, o rum, q.b.
Per la glassatura:
  • cioccolato fondente, 70g
  • nutella, 1 o 2 cucchiai
  • cannella in polvere, q.b.
  • cacao amaro in polvere, q.b.
torta al cioccolato eccellente


preparazione

Prendete un tegame in accio inox dal fondo spesso, e ponetelo sul fuoco con il cioccolato spezzettato, il latte, lo zucchero, il burro.
Tenete la fiamma molto debole, e lasciate sciogliere lentamente.
Spegnete il fuoco e fate raffreddare.

Unite quindi le uova intere, uno alla volta, e mescolate energicamente.

Infine unite la farina setacciata col lievito, gradualmente, lasciandola assorbire completamente.
Otterrete una crema densa.

Terminate con un pò di amaretto.

Imburrate una teglia da 26cm di diametro, ed infornate a 175° per 25-30 minuti, NON DI PIU' (fate la prova stecchino: dovrà uscire molto umido, non completamente asciutto, ma il fondo non dovrà essere liquido).

Lasciate raffreddare in forno per qualche minuto, poi sformate delicatamente su una gratella per dolci.

Preparate la glassa scaldando il cioccolato, la nutella, il liquore.
Versatela ancora calda sulla superficie del dolce e livellate.
Mescolate cacao in polvere e cannella, e cospargete immediatamente sulla glassa, abbondantemente, prima che si raffreddi.

torta al cioccolato

15 commenti:

Cucina Amore Mio ha detto...

22 aprile
Earth Day
41 Festa della Terra
Se vuoi celebralo, vai in www.cucinaamoremio.com prendi il logo ed esponilo.
Grazie.
Dann/www.cucinaamoremio.com

Federica ha detto...

Un nome davvero più che azzeccato! Quella fetta mi attira un mondo :D! Mi piacciono le torte con una superficie così perfetta, è bellissima. Un bacio

Acquolina ha detto...

mi fido e la proverò senz'altro, una torta al cioccolato con questa presentazione non me la faccio scappare :-D

Stefania ha detto...

proverò anche io questa torta, eppoi la cannella mi piace tantissimo... però anche con un pò di polvere di arancio sopra non credo sia affatto male.
Complimenti, mi piace il tuo blog che è pieno di tante sfiziosità (ma si dice così?), comunque ho deciso: sarò una tua follwer

Letiziando ha detto...

Le foto hanno "detto tutto" e con grande persuasione ;-)

Buona Pasqua

Meg ha detto...

una torta goduriosa! una bontà incredibile! al cioccolato fondente, troppo troppo buona! bravissima! bacioni

Cookie ha detto...

Da un po' di giorni avevo una voglia matta di una torta molto cioccolatosa. Continuavo a cercare e cercare in rete qualcosa di convincente. Finalmente ho scelto questa torta che mi ha subito sembrata bellissima. Stamattina l'ho fatta. La preparazione è stata semplice e veloce. La torta è venuta buonissima, molto fragrante, non troppo dolce, di consistenza leggera. Ho fatto una tortina molto piccola - 1/4 della dose indicata e ho usato uno stampo di 16 cm. La mia tortina non è venuta umida (per farla umida forse avrei dovuto tirarla fuori prima) ma mi piace molto cosi. Non ho fatto nemmeno la glassa. Invece ho aggiunto la scorza di arancia nell'impasto.
Unica cosa che mi lascia un po' il dubbio è che forse non dovevo usare le fruste elettriche per incorporare la farina ... forse allora la torta sarebbe diventata ancora piu' alta ... Quindi è questa la mia domanda... la farina bisogna incorporarla a mano?
Grazie per questa splendida ricetta! E davvero una torta eccelente!
Nina

Mela ha detto...

Si Cookie, la farina va incorporata a mano, poco per volta, non aggiungendone altra finché la precedente non si è assorbita. io di solito faccio così.
Per la consistenza umida... è vero, è buona anche fragrante, ma ti assicuro che se la fai umida è davvero ineguagliabile!
Per una piccola tortina, come la tua, devi ridurre ulteriormente i tempi, e se necessario abbassare la temperatura del forno.
Mantenendo i 175°, io ti direi di provare a tenerla per non più di 15-20 minuti, e NON lasciarla nel forno a riposare.

GRAZIE infinitamente per il tuo commento, in pochi lo fanno, ma per me è cosa molto gradita, perché serve a fare esperienza, a migliorare le ricette, a specificare meglio qualche passaggio.

Cookie ha detto...

Cara Meletta, io ci tengo sempre a lasciare il mio commento se la ricetta mi piace davvero. Credo che sia giusto ringraziare una persona che condivide la propria ricetta speciale, un "cavallo di bataglia" come dici tu. Sicuramente provero' questa meravigliosa tortina anche in versione umida. Hai ragione, le torte umide al cioccolato sono particolarmente buone. Sono molto aprezzate e diffuse nelle caffetterie in Francia e in Lussemburgo dove vivo adesso. Infatti ne avevo già provate alcune ricette. Ma la tua ricetta mi piace particolarmente per le modeste quantità di zucchero e di burro, la trovo molto bilanciata.
Grazie per i tuoi ulteriori consigli, li seguiro' la prossima volta anche se penso di aumentare la dimensione della torta :)E sicuramente ti faro' sapere.
Dimenticavo... la meta del cioccolato che ho usato era di 70% e l'altra meta era di 85% (avevo solo quello a casa) ed è venuto buono il gusto. Mi ha fatto pensare del tartuffo di cioccolato... Alcuni consigliono addirittura di provare i vari tipi di cioccolata per le torte, cioè di vari percentuali e varie provenienze... Certo che bisogna essere degli esperti per sentire la differenza.
Grazie ancora!

patsy61 ha detto...

Davvero eccellente questa torta, diventerà certamente uno dei miei capisaldi. Mi piacerebbe sapere da te Mela, quale sarebbe secondo te il risultato se gli albumi si unissero dopo averli montati separatamente. Infine ho bisogno del tuo aiuto e di quello delle altre lettrici del tuo Blog. Io ho fatto questa torta seguendo pedissequamente la ricetta, ma non è venuta di forma regolare come la tua, ma con la classica antiestetica cupola centrale, hai qualche consiglio da darmi?
grazie e complimenti ancora

Mela ha detto...

Ciao Patsy, grazie dei complimenti e del tuo commento.
Non essendo esperta del settore, ma solo un'appassionata, posso parlarti della mia esperienza (più che decennale) con questa torta.
Gli albumi a neve danno sofficità e gonfiano l'impasto, ed invece questa torta è piuttosto compatta e poco lievitata. Non ti consiglio di montarli, perderesti la caratteristica del dolce, che è proprio il suo essere umida e bassa, e molto "cioccolattosa" (non è infatti come una normale torta al cacao).

Se la cupoletta che si forma al centro è troppo grande, è perché è lievitata troppo: prova (empiricamente) a diminuire la quantità di lievito, finché non rimedi almeno un pò il problema.
Con queste dosi a me non capita, la mia cupoletta in questo caso era quasi inesistente, ma sai bene che i fattori in gioco, quando si cucina una torta, sono tantissimi.

Un secondo trucco è legato al fatto che, in fase di raffreddamento, devi capovolgere la torta su una gratella: uso sempre le torte "al contrario, con la parte inferiore della torta per la decorazione, non solo per questioni estetiche, ma anche di taglio (la parte superiore è sempre un pò più cotta, ed è più resistente come base).

Spero di averti aiutato. Fammi sapere se la prossima volta andrà meglio!

Anonimo ha detto...

Ciao.. Io ho provato la tua ricetta a san valentino ed è stata un successone... Ne ho fatte due una per il mio ragazzo e una per le mie sorelline solo che non ho fatto in tempo a mangiarne neanche un pezzetto che sono sparite.. O.o cmq ti ringrazio per aver condiviso questa fantastica ricetta con noi ♥ volevo lasciarti una foto per farti vedere come le ho decorate ma non si può fare quindi pazienza.. Grazie ancora e buona serata ��

Mela ha detto...

Ciao "Anonimo", e grazie del feedback.
Se vuoi mandarmi una foto puoi invitarla al mio indirizzo di posta, presente sulla colonna di destra del blog. Mi farebbe molto piacere, così come conoscere il tuo nome! Iscriviti ai lettori, così ti riconosco in automatico :)

Anonimo ha detto...

Appena fatta in uno stampo a ciambella perché la regalerò! L'odore e l'aspetto sono fantastici!!!! Grazie x la ricetta!

Theflyingkappa ha detto...

Ciao! Avrei una domanda: secondo te può funzionare la stessa ricetta anche con il cioccolato al latte? Magari riducendo lo zucchero? Perché il problema è che a mio marito non piace il cioccolato fondente e quindi non esiste proprio in casa mia...

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...