Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

domenica 10 maggio 2009

Tabouleh di verdure


Tabouleh di verdure
Inserito originariamente da MelaZenzero
Oggi fa caldo ed avevamo voglia di pranzare con qualcosa di fresco.
Tante melanzane giacevano in frigo, pronte ad essere utilizzate. In pochi minuti è venuto fuori un tabouleh.
La mia ricetta prevede l'uso della semola di grano cruda (non precotta) e l'incocciàta a mano (metodo di preparazione della semola per il cous cous).
In realtà il tabouleh si prepara utilizzando il bulgur, ovvero del frumento di grano duro integrale, cotto a vapore, fatto seccare, e poi spezzato in piccoli pezzetti. Si trova in vendita nei negozi di prodotti naturali, ma io che utilizzo spesso la semola per il cous cous trovo più facile sostituirlo con questa.
Il condimento del tabouleh può variare a seconda dei gusti, dall'agrodolce, al piccante, al neutro.
In genere è aromatizzato alla menta e viene condito come una simil-insalata di riso.
La mia versione di oggi è piuttosto semplice e non troppo caratterizzata, ed utilizza delle verdure cotte e crude.

Ingredienti:
*300g di semola per cous cous cruda
*2 grosse melanzane
*20 foglioline di menta
*1 confezione di condimento per insalate di pasta o riso di ottima qualità
*ritagli di prosciutto crudo
*1 grosso pomodoro
*mais
*tabasco
*sale, olio d'oliva

Procedimento:
Preparare la semola secondo il procedimento del cous cous, mescolandola ad acqua e olio. Condirla col sale.
Cuocerla utilizzando l'apposita couscousiera (pentola in coccio forata che cuoce a vapore poggiata su un tegame con acqua bollente).
Cuocere le melanzane a cubetti in tegame con olio, acqua e cipolla tritata molto finemente (se preferite è possibile friggerle, io lo evito).
Una volta cotta mescolare la semola con le melanzane cotte, il pomodoro a dadoni, gli altri ingredienti, ed un trito di foglie di menta e tabasco.
Salare, pepare, servire freddo.

Variante del giorno dopo:
Ho aggiunto al tabouleh rimasto una julienne molto sottile di insalata verde e il succo di mezzo limone.

2 commenti:

manu e silvia ha detto...

Ciao! molto bella ed estiva uesta ricetta!
noi non abbiamo mai mangiato untabulè..ma da come l'hai reinventato tu..ci semra sia proprio buono!
bacioni

Mela ha detto...

Carissime, non è esattamente reinventato, in realtà è un modo abbastanza classico di cucinarlo, io mi limito ad evitare la frittura (le verdure o ortaggi utilizzati possono essere fritte, ma io preferisco la versione light).
A me piace moltissimo, soprattutto come l'ho completato oggi, con insalata verde e limone.

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...