Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

martedì 10 aprile 2012

Crostata di ricotta e arancia con pastafrolla all'olio d'oliva

frolla all'olio con ricotta e arancia

Questa ricetta è un prestito: dal primo momento in cui ho visto la foto della frolla all'olio d'oliva  fatta dall'adorabile Giallina,  è stato amore. Come per lei, anche per me.
Le ho scritto subito, bramavo per provarla anche io, e quel giro di stelline era semplicemente adorabile (peccato che mi sia poi scordata di volerlo realizzare anche io).

Sono passati pochi giorni, e mi sono messa all'opera: nella mia continua ricerca della frolla perfetta, leggendo i suoi commenti mi sono fatta subito tentare.

frolla all'olio d'oliva con crema di ricotta e arancia

Qualcosa però non è andato per il verso giusto, e non avendo più riprovato, ancora non so dirvi cosa: ho seguito alla lettera le sue indicazioni, le ho anche mandato SOS in diretta mentre impastavo, ma dopo il riposo in frigo (in realtà da subito), riprendendo la frolla per lavorarla, trasudava olio da tutte le parti (come se ne avessi usato molto di più del necessario).

Non mi sono persa d'animo, e ho aggiunto gradualmente farina, finché non è diventata della consistenza giusta per essere lavorata, poi l'ho rimessa in frigo per altre 24 ore. Infine l'ho messa in teglia.

Ora, ve lo dico, di Gialla mi fido, e non capisco cosa sia successo. Ad ogni modo non posso dire che la frolla che ho fatto io possa essere proprio la sua, dato che la proporzione tra gli ingredienti è diversa. Ma era davvero buona, un pò rustica, davvero invitante. Peccato non averla stesa un pò meglio in una teglia più grande (era un pò troppo spessa, ma sto ancora facendo pratica!).

Non me la sento di modificare dosi e procedimento senza aver fatto altre prove, ma la pubblico ugualmente perché confido nella validità della ricetta, e mi sento di consigliarvela.
E la crema... è fantastica!


frolla all'olio d'oliva con crema di ricotta e arancia

La crema è stata una piacevole (forse banale ma meritevole) scoperta che mi ha subito conquistato: come potete vedere dal colore, è una crema di ricotta "ambrata" dalla cannella e "addolcita" non tanto dallo zucchero (che è pochissimo) ma dal sapore della scorza d'arancia da me tanto amato.

Oggi questa ricetta ve la racconto così, ma presto proverò a rifarla (con la ricetta di Gialla), e proverò a capirci qualcosa in più!

ingredienti

Per la frolla all’olio d’oliva
  • farina 00, 300g (+100g)
  • zucchero semolato, 100g
  • olio d’oliva (non "nuovo"), 100g
  • uova, 2 medie
  • lievito per dolci, 1 cucchiaino
  • sale
  • scorza di un limone o essenza di vaniglia
Per la crema di ricotta all'arancia:
  • ricotta, 500g
  • zucchero, 150g
  • scorza d'arancia
  • cannella
    preparazione

    Setacciate la farina e il lievito, mescolateli quindi allo zucchero, e unite una grattata di scorza di limone.

    Impastate nell'impastatrice con accessorio a gancio unendo l’olio a filo, fino ad avere un composto sabbioso.

    Aggiungete le uova (uno alla volta) ed una presa di sale.

    Continuate ad impastare sino ad ottenere una massa liscia e compatta.

    Avvolgete con la pellicola e lasciate risposare in frigorifero per 20 minuti (io 24 ore + altre 24).

    Preparate la crema :
    setacciate la ricotta, quindi unitela allo zucchero insieme alla scorza di un'arancia non trattata (dimensione media) e un pizzico di cannella. Ponete in frigo a rassodare.

    Assemblate:
    Prendete la frolla dal frigo (a questo punto la mia trasudava olio, quindi ho aggiunto i 100g di farina in più) e stendetela in una teglia da 26-28 cm di diametro.

    Versatevi la crema di ricotta ed infornate in forno statico preriscaldato, a 180-200° fino a quando non sarà dorata, circa 30-40 minuti. Servite il giorno dopo.

    7 commenti:

    Memole ha detto...

    Golosissima!!!

    Paola ha detto...

    Che cosa strana. Dirò, io non ho mai fatto la pasta frolla all'olio d'oliva, ne' tantomeno ho la planetaria, per cui impasto tutto a mano. Non saprei davvero che dirti. Se le dosi indicate poi sono anche quelle.. Mi dispiace :( Però in compenso con l'aggiunta di altra farina il risultato è stato comunque buono e la tortina è proprio bella e invitante :)

    la Peste impasta ha detto...

    ho una voglia di torta alla ricotta.. ma se poi nun me viene..me scoraggio subito :(

    La cucina di Esme ha detto...

    Mai fatta la frolla con l'olio per cui non so consigliarti, ti posso dire che dalle foto sembra deliziosa!

    fantasie ha detto...

    Io ne ho fatta una con la farina di castagne e so che rispetto al burro se ne mette un 20% meno...

    Gialla ha detto...

    Prima di fare questa frolla ho fatto anche io una grandissima ricerca... le proporzioni sono in linea di massima sempre le stesse... al massimo varia l'uso delle uova, chi ne usa due intere (come nel nostro caso) o chi per esempio usa 2 rossi ed uno intero. Sul fatto che l'olio sia il 20% in meno rispetto al burro è verissimo (alcuni dicono che va bene anche il 17%) se pensate che di norma nelle frolle classiche il burro è anche il 50% del peso della farina... L'olio che usai io era particolarmente corposo e, se non ricordo male, mi hai detto che tu tieni la farina in frigo, magari c'è stato un problema di umidità, non saprei, come ti avevo già detto. Tu pensa che avevo persino saltato il passaggio del "riposo" e la lavorai subito per quando era venuta elastica e perfetta da maneggiare. Chissà cosa sarà successo :/ Io comunque l'ho rifatta dopo che me lo hai detto ed ho ottenuto sempre lo stesso risultato :(

    Bacini mela :***

    Mela ha detto...

    Giallina,
    grazie del commento.
    Come hai potuto leggere, sono sicura che "la colpa" non sia della tua ricetta, che reputo perfetta, ma di qualche errore nel procedimento, di cui mi assumo tutta la responsabilità.
    Sono sicura che la prossima volta verrà fuori come si deve.
    E magari dipende dal mio olio!

    www.mammole.it Ticker
    E' per questo che ogni tanto latitiamo...