Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

lunedì 19 settembre 2011

Cheesecake fetteXfette: agrumi/cioccolato

cheesecake fettexfette

Cari amici, we're still alive!
Lo so, è un secolo che non scrivo nulla. Perdonatemi: non ce la faccio. Spero che questo non vi faccia disaffezionare da Melazenzero, e che continuiate a seguirci, anche se siamo un pò meno prolifici e costanti. Confidiamo in tempi migliori.
Le giornate sono pienissime di lavoro ed impegni familiari, e riesco a stento a preparare qualcosa da mettere sotto ai denti. In compenso, ho finalmente perso diversi chili (non tutti i guai vengono per nuocere)!

Nel frattempo, ho ricevuto un grosso pacco regalo. L'ho ricevuto perché mi è stata chiesta la mia opinione sui prodotti che contiene, quindi sappiate che di questo scriverò oggi, e sarò sincera, nei pro e nei contro. Parlerò anche di cheesecake, e di come rimediare in un colpo solo diversi gusti in un solo dolce. Due gusti: agrumi e cioccolato. Li avreste mai messi insieme accanto? Io ho voluto osare (proprio per differenziarli fra loro), e mi è andata bene. Vi va di sapere di più? Leggete il resto della storia.

cheesecake fettexfette

Se solo avessi avuto tempo libero, mi sarebbe piaciuto mettermi subito all'opera per provare gli stampi del pacco (una maniaca degli utensili da cucina come me può impazzire per un simile regalo!), ma non ci sono proprio riuscita: sono rientrata dalle vacanze molto tardi, ed il caldo non mi ha dato tregua. Ma sono fiduciosa: ci proverò, pian pianino. La scuola (la nostra nuova avventura) ed i lunghi pomeriggi da passare insieme faranno sì che io debba preparare tante merende.
Fortuna però che, in un "colpo di coda" vacanziero, una carissima amica ha organizzato un pranzo per rivederci dopo i mesi estivi. Un estate lunghissima e tanta voglia di chiacchierare con le amiche...
Ovviamente, mi sono offerta per preparare il dolce. E dato che quel pacco giaceva lì da diversi giorni ad ingombrare il mio ingresso (e a divertire mia figlia che ama i colori degli stampi in silicone), ho pensato di non rendere vana la sua presenza in quel cantuccio.

Lo ammetto: sono sempre stata diffidente verso gli stampi in silicone. Ne ho tanti, ma non so mai qual è il loro migliore utilizzo. Tra i miei buoni propositi c'è sempre stato quello di imparare, nella convinzione che si possa sempre fare di meglio, e che gli insuccessi sono legati alla mia inesperienza piuttosto che alla scarsa qualità del prodotto.

Quando ho visto Fettexfette, ho pensato che sarebbe stato in fondo alla lista dei miei desideri. Ma siccome chi disprezza compra, ho finito con l'usarlo per primo! [mi prendo in giro da sola]
Negli ultimi tempi ho la necessità di preparare i miei piatti in poco tempo, e il caldo non mi aiuta ad aver la pazienza di passare troppo tempo in cucina.
Ho pensato quindi che questo, per questa volta (!), poteva essere il modo migliore per presentare in modo originale un dessert molto semplice. E così è stato.

cheesecake fettexfette

In secondo luogo c'è un'altra storia: quella che riguarda me e le cheesecake. Zenzero le adora (e come non adorlarle??) ed io ho sempre provato a perfezionare le mie ricette, tavolta con successo, talvolta un pò meno. Di certo il gusto è sempre stato buono, l'estetica un pò meno. E così, se qualcuno ricorda, mi sono messa a studiare, e dal mio viaggio in Irlanda ho portato con me uno stampo in silicone adatto ad una cheesecake altissima (come nei sogni di Zenzero). Un successo. Un successo che probabilimente era ripetibile con Fettexfette... e quindi ho deciso di provarlo subito.

cheesecake fettexfette

Un altro punto a suo favore è stato il ricettario: è essenziale, senza pretese, non vuole insegnare nulla di straordinario, ma è colorato e pratico da usare. Io l'ho apprezzato nella sua semplicità. E nella confezione di cartone, insieme alla palettina da dolci, si presenta molto bene.
Ok, lo ammetto, io sono un pò patita di queste "sfizioserie" da cucina, forse inutili, ma tremendamente accattivanti. Ma qualcuno non si fermerebbe a guardarlo, almeno un istante? E non è comodo aprire lo scatolo e provare la ricetta senza doverne cercare altrove? Se vi va, la versione scaricabile è al link di riferimento.

Andiamo al sodo: ho realmente usato questo stampo con occhio molto critico, quasi di sfida. Una mia amica, mangiando la sua fetta, ha chiesto "lo comprereste?" Molte delle presenti hanno detto di no, perché lo trovano "una cosa troppo particolare" rispetto alla sua praticità.
Ma c'è una cosa che devo decisamente dire: ho sformato le fette con estrema facilità, contrariamente a quanto non mi fosse successo con altri stampi in silicone. Riguardo alle cheesecake, ho sempre avuto il problema di dare loro una forma esteticamente gradevole, cosa che con gli stampi tradizionali (che devono essere rivestiti di cartaforno) non ero mai riuscita a fare.
Non ho imburrato lo stampo, e le fette sono venute fuori senza particolari ausilii. Per me, questo è ottimo.

Il mio dissenzo va soltanto al fatto che per realizzare le fette una per una ho impiegato decisamente più tempo di quanto ne avrei impiegato a fare un'unica torta (e la cosa, ad un certo punto, mi ha anche spazientito), ma so per certo che l'effetto "coreografico" non sarebbe stato lo stesso. Lo metterò in conto la prossima volta, consapevole del compromesso necessario ad avere una torta tanto colorata e variegata che fa la sua bella figura.
Ad ogni modo, sono certa che usarlo con le cheesecake richieda molto più tempo (schiacciare la base, versare la crema, decorare ogni singola fetta in modo diverso...) che non con gli impasti da forno: aspetto di provarlo in cottura.
Ma come dice uno dei miei guru della Cucinala pasticceria è un'arte che richiede pazienza, precisione e non approssimazione. Tirate le vostre conclusioni.

ingredienti

Per la base

Per la crema al limone
  • ricotta, 170g
  • zucchero a velo, 100g
  • yogurt al limone, 1 vasetto
  • colla di pesce, 6g
  • panna per dolci zuccherata, 100ml

Per la crema al cioccolato
  • ricotta, 200g
  • yogurt bianco dolce compatto, 1 vasetto
  • cioccolato extra fondente, 200g
  • panna per dolci zuccherata, 100ml
  • zucchero a velo, 100g
  • colla di pesce, 6g
Per la decorazione


preparazione

Per la base:
Passate al robot da cucina i biscotti insieme alla polvere di arancia e alla cannella.
Fondete il burro ed unitelo ancora caldo alla polvere di biscotti.
Con un cucchiaio versatene una parte in ogni fetta (o in uno stampo unico) e pressate col dorso.
Mettete in frigo a solidificare, mentre preparate la crema.

Per la crema al limone:
Versate la panna (tenetene da parte una tazzina) e lo yogurt in una grossa ciotola, unite lo zucchero e mescolate fino a quando quest’ultimo sarà sciolto. Unite la ricotta setacciata.
Ammollate la colla di pesce in acqua fredda, strizzatela poi scioglietela sul fuoco in una casseruolina con un pò di panna (che avete tenuto da parte). Mescolate con cura e unite al primo composto cercando di renderlo omogeneo.

Per la crema al cioccolato:
Tagliate il cioccolato in piccoli pezzi e fatelo sciogliere a bagnomaria o al microonde.
Versate la panna (tenetene da parte una tazzina) e lo yogurt in una grossa ciotola, unite lo zucchero e mescolate fino a quando quest’ultimo sarà sciolto. Unite la ricotta setacciata.
Ammollate la colla di pesce ein acqua fredda, strizzatela poi scioglietela sul fuoco in una casseruolina con un pò di panna (che avete tenuto da parte). Mescolate con cura e unite al primo composto cercando di renderlo omogeneo.
Unite infine il cioccolato, e mescolate ancora.

Assemblaggio:
Versate su ogni fetta le due creme alternandole, e decorate secondo il vostro gusto, utilizzando gli ingredienti sopra elencati. Cercate di dare varietà alle fette, diversificandole tra loro.

3 commenti:

giulia ha detto...

Fantastiche!!! Una piu' bella dell'altra

Mela ha detto...

Grazie mille, Giulia!

La cucina di Esme ha detto...

Deliziose !

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...