Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

venerdì 12 dicembre 2008

Torta zucca e cioccolato

zucca e cioccolato

Da un'idea di Cindystar, la mia prima torta con la zucca. Ve lo dico, da brava pivella ero un pò intimorita, perché non avendola mai provata temevo che il sapore della zucca si sentisse molto. Ed invece è molto gradevole, e, grazie al cioccolato, non si riconoscerebbe, se non ai palati più "fini".
Per non rischiare (hai visto mai non ci piacesse!) ho voluto fare una torta piccola, dimezzando le dosi. Ora mi dico scema da sola, e mi chiedo perché non l'ho fatta grande!
Quella di Cindy è ovviamente più bella, ma miglioreremo.
Se non l'avessi dimenticata nel forno caldo probabilmente l'interno sarebbe stato più cremoso. Indispensabili, a mio parere, gli amaretti sbriciolati, che oltre a dare sapore assorbono bene l'umidità.

zucca&cacao

ingredienti

  • 2 uova
  • 100g. di zucchero
  • 200g. di polpa di zucca, già cotta e scolata bene (lessata o cotta al vapore o in forno)
  • 40g. di fecola di patate o di mais + 20g di farina (per i celiaci: sostituite la farina con la fecola)
  • 30g. di burro morbido
  • 25g. di cacao amaro
  • 50g. di cioccolato a scaglie (io le ho messe grosse, incontrarle è una goduria!)
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • qualche amaretto sbriciolato
  • 1 cucchiaio di liquore amaretto
torta zucca e cioccolato

preparazione

Nel robot da cucina mettere uova e zucchero e montare brevemente per un paio di minuti a vel.6.

Aggiungere la zucca e la farina e mescolare qualche secondo a vel.4/5, poi unire anche il cacao e il burro e amalgamare bene a vel. 5/6 per un minuto, aggiungendo il lievito verso la fine.

Aggiungere poi le scaglie di cioccolato il liquore e gli amaretti sbriciolati, versare in una tortiera ricoperta di carta forno e cuocere a 180° per 30/35 minuti (non di più, deve restare un pò cruda).

Fare raffreddare e servire



Nessun commento:

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...