Foto e contenuto dei post sono di proprietà dell'autrice.

Riproduzioni, anche parziali, necessitano di autorizzazione preventiva.

domenica 26 ottobre 2008

Crostata d'uva (senza crema)

crostata d'uva

Questo post è un revival: la ricetta della crostata d'uva ha la data che potete vedere, ed è una ricetta di diversi anni fa. Le foto, la sistemazione, ed il commento, sono invece parecchio postumi.
Ogni tanto, tra le tante ricette di questo blog, ne ripesco qualcuna edita quando non avevo nemmeno idea di cosa significasse scrivere su un blog, o scattare una foto decente. E allora provo a rimediare, sistemare, migliorare.
Quello che in realtà  non cambia è il piacere di cucinare, ed il sapore dei piatti: che tutto sommato restano invariati.

crostata d'uva

La crostata d'uva di oggi è una richiesta di Zenzero, a cui piace tanto.
Nella sua versione classica è preparata con una crema pasticciera o al latte nella quale "affondare allegramente" gli acini, anche di due colori (uva bianca e nera). Ma non per noi.
La nostra ha un sapore molto semplice, come i pochi ingredienti che la compongono: le varianti sono costituite da amaretti sbriciolati, gocce di cioccolato, cacao e zucchero (come in foto) a pioggia.
Ha due "tecniche di preparazione": con e senza lievito. Nel primo caso, la frolla viene parecchio gonfia e leggera, e gli acini rimangono "intrappolati" nell'impasto. Nel secondo caso, come vedete in foto, la ricetta è senza lievito, e la frolla è sottile e bassa, più biscottata.

Chi mi segue ormai sa che io e la pastafrolla abbiamo un rapporto decisamente conflittuale, ed infatti non c'è ricetta che mi consenta di renderla presentabile ed esteticamente gradevole. Ciononostante, il sapore rimane buono, ed è questo che mi salva: faccio i miei sgorbietti, e non vengono relegati in un angolo fino alla muffa.
Anche oggi, niente di nuovo sotto il cielo: crostata bruttina ma buona, e qualche foto che testimonia la mia esperienza. Non posso che raccontarvi come la preparo, sperando che voi sappiate fare di meglio. 

crostata d'uva

ingredienti

Per la pasta

  • 200g di farina00
  • 100g di burro
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 1 bustina di lievito
  • un pizzico di sale

Per la farcia
  • uva q.b.(un grappolo medio-piccolo)
  • zucchero a piacere (io ne ho usato 2 cucchiai)
  • cannella
  • gocce di cioccolato o amaretti sbriciolati

preparazione

Mescolare farina, lievito e un pò di sale.
Aggiungere lo zucchero e il burro ammorbidito ma non troppo sciolto
Impastare un pò, e unire l'uovo intero.
Mescolare velocemente e fare una palla.
Riporre in frigo.

Intanto lavare gli acini di uva, tagliarli a metà e privarli dei semi.
Stendere un disco di pasta per foderare la tortire, tenendone da parte un terzo circa, per la copertura.
Mettere gli acini sul fondo, cospargerli di zucchero e cannella, unire le gocce di cioccolato e/o gli amaretti.
Stendere "il coperchio" della torta e adagiarlo senza troppa precisione (così rimangono dei fori da cui in cottura fuoriesce l'aria).
Cuocere a forno ventilato, 200° per 30 minuti.
Sfornare, fare raffreddare, cospargere di cacao in polvere (io ho usato questo) o zucchero a velo.
:bimba

Volendo si può accompagnare con una salsa al cioccolato o all'amaretto, o con un pò di panna non troppo montata.

Pollo con sesamo all'orientale



Ingredienti:

1 petto di pollo lessato o grigliato
50 gr di spaghettini di riso
1,5 cucchiaio di semi di sesamo
1 o 2 cucchiai di succo di limone
1 cucchiaino di senape
tabasco
sale
1 cipolla
2 carote
2 zucchine

per un condimento diverso salsa di soia da usare al posto della senape, del limone e del tabasco.

Preparazione:

Cuocete la carne (alla griglia o lessa).
Tagliate a cubetti le carote, le zucchine e la cipolla e cuocetele al vapore (lasciateli un po' croccanti).
Tagliate a listarelle il pollo.
Tostate i semi di sesamo.
Preparate, secondo le indicazioni riportate sulla confezione, gli spaghettini di riso.
Preparate la salsina con l'olio, il succo di limone, la senape, il tabasco e il sale.
Unite tutti gli ingredienti, mescolando delicatamente. Mettete il tutto in un contenitore ermetico e chiudetelo, lasciate marinare per almeno un'ora.

Per variare il condimento usate salsa di soia al posto del limone, della senape e del tabasco.

Per una versione ancora più light diminuire o eliminare la quantità di olio.




Torta di mele e cannella

Ingredienti
  • 100 g burro fuso
    100 g zucchero semolato extrafine
    2 uova intere
    200 gr farina
    ½ bustina di lievito
    vaniglia
    sale
    3 mele affettate
    rum, zucchero di canna e cannella in polvere q.b.
Preparazione
  • Tagliare le mele a spicchi e insaporirle con rum zucchero di canna e cannella.

    Sbattere le uova con lo zucchero.

    Aggiungere alternandoli la farina(nella quale si è già aggiunto il lievito) e il burro.

    Aggiungere una presa di sale e la vaniglia.

    Imburrare e infarinare una tortiera di 20/25 cm. di diametro.

    Mettere nella base il composto preparato e di taglio tutte le mele a coprire.

    Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa mezz'ora


Pennette al pistacchio di Bronte


ingredienti

100g di burro
400g di pennette
un cipollotto
100g di pistacchi macinati
brandy (1/2 bicchiere)
latte fresco q.b.

  • preparare il condimento mentre si cuoce la pasta
  • sciogliere il burro in padella e rosolare il cipollotto tritato.
  • agigungere i pistacchi e mescolare bene
  • unire il brandy e farlo evaporare
  • unire il latte
  • saltare la pasta in padella e decorarla con pistacchio tritato.
(www.parcodelletna.com)



Pop-over (paninetti americani senza lievito)


INGREDIENTI per 6 pop overs

125g di farina
210g di latte
2 uova intere
mezzo cucchiaio di zucchero
un cucchiaino e mezzo di sale (anche due )
un cucchiaio di olio di semi
facoltatico: prezzemolo tritato, formaggio grattugiato

Buttare tutti gli ingredienti in una ciotola e mischiare velocemente con un cucchiaio o forchetta.
Potete aggiungere poco formaggio grattugiato o del prezzemolo tritato, se desiderate.
Non usare fruste elettriche, bimby, kenwood...l'impasto devo risultare una pastella granulosa, per venir bene.
Riempire degli stampini unti di olio per circa 3/4
Ed infornare in forno preriscaldato a 200 gradi:magicamente cominceranno a crescere.
La cottura dovra' continuare circa 40-55 minuti, dipende dai forni, ma dovete dare il tempo che si asciughino bene all'interno: in questo modo non si sgonfieranno appena usciti dal forno.
E soprattutto non aprite mai il forno finche' non sono cotti!
Provateli con philadelphia e salmone affumicato, sono uno sfizio buonissimo ed una buona opzione se non avete piu' pane in casa

(Da cookaround)


Crostata di mele con crema

Pasta base
  • 250 g farina 00
  • 120 g burro
  • 60 g zucchero
  • 1 tuorlo grande
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • 5 gocce di succo limone
  • 3 cucchiai di vino bianco (Pinot grigio)
  • scorza grattugiata di limone
Copertura:
  • 2 mele golden,
  • succo di limone
  • 1 pizzico di misto spezie, o un cucchiaino raso di cannella in polvere.
Crema:
  • 30 g farina (1 cucchiaio colmo)
  • 80-100 ml latte
  • 1 uovo intero e l'albume rimasto
  • 50 g zucchero
Preparare la pasta base: farina a fontana sul piano di lavoro e il burro a dadini, lavorare con la punta delle dita e renderla a briciolame,
poi aggiungere lo zucchero già mescolato al tuorlo e al vino, per facilitare l'assorbimento, poi gli altri ingredienti.
Fare un panetto e metterlo al fresco
.
Preparare la crema: stemperare la farina con il latte, aggiungere le uova e lo zucchero, e con la frusta sbattere bene.
Tagliare le mele a fette sottili, a spicchio, e tenerle in una ciotola con succo di limone, e alla fine mescolare le spezie.
Foderare una teglia rotonda bassa con carta da forno, stendere la pasta in un disco abbondante, da formare anche il bordo, disporre
le fettine di mela a raggiera, versarvi sopra la crema, distribuendola bene.
Cuocere in forno ventilato, preriscaldato a 180° per 30' circa.

dal web (il link che avevo trovato non funziona più)

Crostata di semolino e pinoli

Ingredienti

  • pastafrolla per una crostata
  • mezzo l di latte
  • 100g di semolino
  • 65g di zucchero
  • 10g di burro
  • un pizzico di sale
  • una bustina di vaniglina
  • 2 cucchiaiate di mandorle tritate
  • 50g di pinoli spezzettati col coltello
  • 2 uova
  • se piace: del cacao
Preparare il semolino con il latte (resta denso), unire uno alla volta tutti gli ingredienti nell'ordine dell'elenco, in ultimo le uova mescolando velocemente.
Raffreddare.
Coprire il fondo di una tortiera con la pastafrolla e il bordo come normalmente per una crostata, versare il composto e mettere delle listarelle a reticolo.
Forno 180° , 35 minuti
Ho aggiunto il cacao solo a una parte del composto, così l'ho avuto di due colori.
Servire spolverizzato di zucchero a velo.

di Valeria Besozzi

Marmellata di cipolla, uvetta e zenzero

Dall'agenda di mia suocera.

Ingredienti
  • 1,5 kg cipolle bianche di Giarratana affettate non troppo sottili (giganti, carnose, morbide e dolcissime)
  • 900 gr zucchero
  • 2 bicchieri da vino di aceto di mele (circa 200 cc)
  • 100 gr uvetta sultanina
  • un pezzo di zenzero fresco

Mescolare tutto e lasciare riposare 24 ore.
Le cipolle butteranno molto liquido. NON buttarlo.
Aggiungere un poco di sale, l'uvetta, lo zenzero fresco (circa 3 o 4 cm, pulito e ridotto a filettini sottili o grattugiato) e il succo di macerazione.
Cuocere scoperto a fuoco dolce, mescolando spesso fino a che le cipolle non sono trasparenti e molto morbide e la consistenza è quella della marmellata.
Vale la prova piattino, ma lasciatela leggermente liquida.
Negli ultimi 10 minuti di cottura io ho aggiunto un'altro po' di aceto perchè il sapore non si sentiva quasi più.
Invasare bollente in vasi sterilizzati. Chiudere subito e capovolgere in modo che raffreddando faccia il sottovuoto.
Servire con formaggi piccanti e grassi.

Palline di ricotta e cocco

Questo è il risultato di prove ed errori, sulla base delle ricette di:
MariaConcetta, la mamma di Sergio, la mia Agenda di Cucina.


foto dal web

- 200 gr di ricotta
- 100 gr farina di cocco
- 100 gr di zucchero a velo
- gocce di cioccolato

Impastare tutti gli ingredienti.
Formare delle palline, da passare poi in un trito di scaglie di cocco, o pistacchi, o cacao.

Creme per farcire una torta (pasticciera, crema inglese, crema alle mele)


CREMA PASTICCIERA
  • 50 g di farina
  • 100 g di zucchero
  • 4 tuorli
  • 1/2 l di latte
  • 1 scorzetta di limone

Scaldate il latte con una stecca di vaniglia.
Mettete i tuorli in una casseruola e montate con lo zucchero e la farina setacciata. Mescolando in continuazione per evitare grumi, amalgamate gli ingredienti alla perfezione.
Quindi diluite con il latte che verserete molto lentamente rimestando sempre.
Aggiungete la scorza di limone, e eventuale stecca di cannella,
ponete il composto al fuoco e portatelo ad ebollizione, continuando a mescolare: abbassate la fiamma al minimo e lasciate bollire pianissimo per circa 2 minuti, poi togliete dal fuoco e distribuite in coppette individuali, decorando a piacere, o usatela per farcire un dolce.
Tenete la crema in frigorifero per 2 ore, quindi servite.

CREMA ALLE MELE

  • 4 belle mele grosse
  • zucchero q.b.
  • 4 cucchiai di farina

Sbucciare e tagliare le mele a cubi e metterli in una casseruola insiemeallo zucchero.
Far cuocere fino a quando le mele non si saranno spappolate;
a questo punto abbassate la fiamma e con una forchetta riducete le mela ad una poltiglia,
quindi unite la farina e girate velocemente con la forchetta finché non raggiungerà la consistenza di una crema pasticciera.
A questo punto si lascia raffreddare e la si può servire fredda in coppette o da sostituire alla crema pasticciera.


CREMA INGLESE
  • 3 tuorli
  • 3 cucchiai (abbondanti) di zucchero
  • una stecca di vaniglia (non è la stessa cosa ma vanno bene anche due bustine di vaniglina)
  • 2,5 dl di latte

Mettete a bollire il latte con la stecca di vaniglia e lasciatelo, quindi, intiepidire.
Sbattete a lungo i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare bianchi e spumosi.
Versate lentamente il latte intiepidito e cuocete a bagnomaria, facendo molta attenzione che la crema non prenda bollore perché potrebbe "impazzire".
Non appena la crema vela il cucchiaio toglietela dal fuoco e utilizzatela sia calda che fredda.

La creme brulèe



INGREDIENTI per 6

4 tuorli d'uovo
2 e 1/2 cucchiai di zucchero
600 ml di panna
essenza di vaniglia (io ho messo due fialette della pane angeli)
3 cucchiai di zucchero per caramellare

Preriscaldate il forno a 150°.
In una grande terrina resistente al calore mescolate i tuorli con lo zucchero.

Portate a ebollizione la panna aromatizzata con la vaniglia, riducete la fiamma e fate sobbollire per 8minuti.

Rimuovete la pentola dal fuoco e lentamente incorporate la panna alle uova, mescolando vigorosamente per evitare che le uova si cuociano.

Fate passare la crema attravero un colino in modo che la crema venga filtrata. Versate in sei ramequin dalla capacità di 100ml.(non avendo quelli in ceramica ho usato quelli in stagnola)

Mettete i contenitori in una teglia e riempitela d'acqua fino a un cm dal bordo degli stampini.



Infornate per 40/45 minuti.
Toglieteli dal forno e fateli raffreddare.



Copriteli e metteteli in frigorifero per tutta la notte.

Poco prima di servire spolverizzateli di zucchero, distribuendolo uniformemente.(ripetete l'operazione un'altra volta).

Sistemate gli stampini su una placca da forno e passateli sotto il grill molto caldo (io l'avevo messo a 200°) per 2-3 minuti, finchè lo zucchero non cambia colore.

Lasciate solidificare il caramello e poi servite!

http://www.cookaround.com

Crostata cioccolattosa

Crostata cioccolattosa: ricetta facilissima! Vi basteranno pochi minuti, con la frolla già pronta, per sfornare un'autentica delizia. I passaggi sono solo tre:
  • Cuocere una crostata vuota.
  • Farcirla con una dose di uguali parti di cioccolato e panna fusi a bagnomaria.
  • Laciare raffreddare e servire.
Se il cioccolato è bianco, guarnire con scaglie di cioccolato nero
Se il cioccolato è nero, guarnire con amaretti, cocco, o cioccolato bianco.

La crema è stata una vera rivelazione, che devo alla mia collega Simona. Lasciatela raffreddare (preferibilmente fuori dal frigo) finché non è soda, ed avrà una consistenza perfetta.

crostata "cioccolattosa"

Una proposta di Pasta frolla per la mia cuginetta Gabriella, così non deve cercarla in giro:

Ingredienti:

  • 200 gr di farina
  • 100 gr di burro tagliato a cubetti
  • 70 gr di zucchero
  • 1 uovo intero
Mescola il tutto con le mani (o con un robot da cucina), fino a che l'impasto non è diventato compatto.
Avvolgi l'impasto nella pellicola e metti a raffreddare in frigo per 30 minuti.
Stendi con il mattarello la pasta dal centro verso l'esterno, fino a farla diventare il più fine possibile (è più facile stenderla tra 2 fogli di carta forno).
Rivesti con la pasta una teglia da 25 cm di diametro e riponi in frigo per altri 30 minuti. Fora il fondo con una forchetta.
Cuoci in forno a 180°C, rivestendola con cartaforno riempita con del riso, fagioli o pesi da cottura e inforna per 10-15 minuti, fino a che risulaterà cotta e asciutta.

Crostata di mele e mirtilli con crema pasticciera

Per preparare la crostata di mele e mirtilli potete cuocere una base di pastafrolla a vuoto, da riempire poi con crema e frutta e decorare con gelatina. Oppure, in alternativa, cuocere sia la frolla che il ripieno insieme.
In entrambi i casi avrete un'ottima torta! Unica accortezza: cominciate uno o due giorni prima perché le varie preparazioni necessitano di riposo.

ingredienti

Per la frolla
  • farina 00, 250g
  • burro, 125g
  • zucchero, 125g
  • uova, 2 intere + 1 tuorlo
  • un pizzico di sale
  • una grattuggiata di scorza di limone o arancia
Per la crema pasticciera metodo Montersino:
  • 200 gr latte intero 
  • 50 gr panna
  • 75 gr tuorli
  • 75 gr zucchero
  • 16g di amido (la ricetta originale prevede 8g di amido di mais + 8g di amido di riso)
  • 1/2 bacca di vaniglia

 preparazione

Per la frolla (il giorno prima)

Tenete il burro fuori da frigo ad ammorbidirsi finché non è freddo ma maneggevole e morbido.
Fate la sabbiatura strofinandolo tra le mani insieme alla farina. Dovrà venir fuori un risultato come dei granelli di sabbia.

Unite la scorza di limone e lo zucchero e sabbiate ancora. Usate la planetaria per non maneggiare troppo l'impasto, e aggiungete le uova leggermente sbattute con il sale.

Avvolgete in pellicola o in un contenitore in pirex infarinato e conservate in frigo da una a 24h.

Stendete la frolla nello stampo, riponete in frigo per 1 ora.

Cuocete a 180° per circa 30 minuti, riempiendo di riso o legumi secchi.

Far raffreddare, farcire, servire preferibilmente il giorno dopo.

Preparate la crema pasticciera (8 ore prima).
In un pentolino portate il latte e la panna a bollore.
A parte, mescolate i tuorli con lo zucchero, i semi della vaniglia e gli amidi.
Quando il latte sta per bollire, versate la crema di tuorli, senza mecolare. La crema non si attacca, ma, anzi, si addensa subito. Quando si è rappresa, si può spegnere il fuoco e mescolarla delicatamente.
A questo punto, trasferitela in una ciotola e ricopritela con della pellicola a contato diretto, in modo che non si formi una sgradevole crosticina. Fate freddare completamente prima di utlizzarla.
La verserete nella frolla cotta e fredda, decorandola con delle fragole a fette e granella di pistacchi al naturale.
Ponete in frigo a rassodare, quindi servite a temperatura ambiente.
E' migliore il giorno dopo.
Per farcire la crostata di mele e mirtilli
  
Riempite la frolla già cotta con un composto di crema pasticciera, mele precedentemente caramellate in padella con un pò di burro, e circa 100gr di mirtilli (nella foto ho usato anche le fragole).
Guarnire con gelatina per alimenti e riporre in frigo.
Variante con cottura.
Potete realizzare la crostata preparando due dischi di pastafrolla di cui il superiore è più piccolo e bucherellato (tipo pie) e poi cuocerla con il ripieno di crema e frutta. In questo caso non metterete la gelatina, e chiuderete con il coperchio di frolla prima di infornare (180° per 40 minuti).
Servire fredda.

Torta di zucchine, pesto e pancetta

torta di zucchine

Questa torta di zucchine è molto semplice: è ottima come antipasto, tagliata a cubetti (in questo caso fatela con una forma rettangolare) o anche come piatto unico.

Partecipa alla raccolta Sfizi in tavola


ingredienti

* una confezione di pasta brisè (oppure 230gr di questa ricetta)
* 300g circa di zucchine
* 150g di pancetta
* 1 o 2 cucchiai di pesto al basilico
* 1 uovo
* misto per soffritto q.b.
* sale e pepe

preparazione

Rosolare il misto per soffritto insieme alle zucchine tagliate sottili e a dadini.

Aggiungere la pancetta e il pesto e lasciare cuocere qualche minuto col coperchio.
Se rilasciano troppo liquido, fare evaporare qualche minuto a fuoco vivo.

Foderare con metà della pasta sfoglia una teglia con carta forno,
farcirla, e aggiungere sale, pepe e uovo sbattuto.

Coprirla con la rimanente pasta sfoglia, bucherellarla e Infornare a 200° per 35 minuti.

Tortini dal cuore morbido di cioccolato

I tortini al cioccolato dal cuore morbido, o anche detti  dal cuore caldo per la cremosa e liquida sorpresa che rivelano al primo assaggio, sono quei dolcetti di una famosa marca, che promette il godurioso miracolo. Ovviamente potete perfettamente riprodurli in casa, con risultato anche migliore e più buono nel gusto. Calcolate attentamente i tempi.

Tortini di cioccolato dal cuore morbido

Non so quante volte li avrò fatti nella mia vita. Cento, mille, diecimila. Mi ricordano tanto le feste con gli amici, le serate "senza dolce" in cui si improvvisa all'ultimo minuto.
La faccia goduriosa, il silenzio di chi assapora ogni boccone, il bis, il tris, il "ma come hai fatto?" (magico potere che ha sempre il cioccolato!) e il "vi giuro che è facilissimo".

Eppure, proprio per la loro stretta tempistica, non ho mai foto decenti. Non è semplice servirlo a tante persone contemporaneamente, e riuscire persino a fotografare la colata di cioccolato  del primo istante in cui li metti sul piatto.
E quindi dovrete accontentarvi: ci riproverò la prossima volta, magari di giorno e con la luce naturale.

Tortini di cioccolato dal cuore morbido

ingredienti

Per 6-8 tortini
  • per l'impasto
150g cioccolato fondente (min. 55%)
90g di zucchero
100g di burro
40g di farina 00
3 uova
sale qb
  • per i pirottini
burro
farina

preparazione

Sciogliere a bagno maria, in una capiente ciotola, il cioccolato con il burro e lo zucchero, una volta ottenuto un composto liquido ed omogeneo aggiungere la farina, le uova uno per volta e il sale continuando ad amalgamare con una frusta elettrica o a mano il composto fino a quando tutto sarà ben incorporato.

Versare il composto cremoso e ancora caldo nei pirottini precendentemente imburrati e infarinati, lasciare raffreddare qualche minuto e disporre in frigo (a seconda del tempo a disposizione anche in freezer, ma tenerli di meno) per farli addensare; occorre circa 1h per solidificare.

Preriscaldare il forno a 200°C , infornare i pirottini freddi per 15 min (la cottura varia con le dimensioni dei pirottini e di quanto li avete fatti pieni. Questa ricetta è tarata su stampini in alluminio monoporzione).

Trascorso il tempo di cottura tirarli fuori dal forno e attendere un paio di minuti (anche un minuto e mezzo), quindi capovolgerli su piatti da portata e, se gradito, decorarli con frutta o panna montata. Più semplicemente, spolverizzate con zucchero a velo. Ottimi soprattutto "al naturale".

Servite -rigorosamente- ancora caldi.

Possono essere conservati crudi, nello scomparto freezer, molto a lungo, e cotti al momento.

Strudel di verdure (Brisè con porro, radicchio e semi di papavero)

IMG_6073

Dal sito di Alice tv una ricetta molto semplice, ma anche gustosa e versatile: come antipasto, o come piatto unico, come ricetta vegetariana, e soprattutto light!
Non ho scelto la versione "arrotolata", ma ne ho provate alcune varianti senza sesamo, e senza semi di papavero. Il segreto è il porro: dev'essere a rondelle grosse, per donare al piatto tutto la sua dolcezza.

ingredienti 

Per due torte:

  • 2 rotoli di pasta brisé
  • 1 porro
  • 2 carote
  • 1 cespo di radicchio
  • 2 coste di sedano
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • 1 cucchiaio di semi di papavero
  • olio extra q.b.
  • sale q.b.

preparazione
 

Tagliate il porro a julienne e fatelo saltare con un filo d’olio, sale e tenete da parte.

Tagliate le carote e il sedano a bastoncini e cuocete come avete fatto con il porro.

Tagliate il radicchio a strisce e fatelo stufare con un filo d’olio e un pizzico di sale, quindi una volta pronte le verdure, prendete la pasta brisè, srotolatela,  e disponete le verdure verso il centro.

Arrotolate la pasta su se stessa, pennellate con olio e fate aderire i semi (io ho steso semplicemente in teglia con cartaforno).

Infornate a 180° per 30 minuti circa.

Una volta sfornato lasciate intiepidire lo strudel poi con un coltello seghettato praticate dei tagli obliqui.

Impanatigghie modicane

Dai miei libri di cucina

Ingredienti

per il ripieno:
500g di carne di vitello tritata finemente
500g di zucchero

500g di mandorle abbrustolite macinate

100 gr di cioccolato fondente

un pizzico di cannella

6 chiare d'uovo

per l'impasto:

500g di farina 00

150 gr di zucchero

150 gr di sugna

6 tuorli d'uovo

zucchero impalpabile
  • Unite alla farina i tuorli d'uovo, lo zucchero e la sugna fusa.
  • Impastate con le mani facendo amalgamare bene, quindi su una base di marmo, dove avrete versato un po' di farina, stirate finemente con il matterello e date all'impasto forma rotonda.
  • A parte passate sul fuoco per un paio di minuti il tegame con la carne, lo zucchero, le mandorle, il cioccolato, la cannella e le chiare d'uovo, mescolando continuamente.
  • Spegnete il fuoco e farcite l'impasto con il ripieno ben amalgamato, chiudendolo in modo che il dolce assuma la forma di una mezza luna.
  • Fatelo cuocere quindi per 15 minuti nel forno a 180 gradi.
  • Fate raffreddare e servite in tavola su di un largo piatto, guarnendo a piacere con zucchero a velo.

Sticky buns


Questo è un dolce ipercalorico che gli inglesi servono col tè


per l'impasto:
500g di mani toba (ha più glutine e lievita di più)
55ml di acqua tiepida
75g di zucchero
225g di burro 2 uova 225g di panna acida (o 225 di panna liquida a cui aggiungere il succo del limone)
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
7g di lievito di birra essiccato

per il ripieno:
125 g di burro fuso
100 g di zucchero di canna
2 cucchiaini di cannella
uvetta

per lo sciroppo:
100 g di zucchero di canna
100 g di burro fuso
4 cucchiai di golden syrup
noci pecan leggermente tritate

Preparazione:
  • Attivare il lievito nell’acqua tiepida e preparare l’impasto base nella planetaria (o impastatrice), partendo prima dallo zucchero e dal burro e unendo via via tutti gli ingredienti.
  • Lasciar riposare l’impasto in frigorifero per almeno 2 ore finché non lievita e raddoppia il suo volume. Risulta mollacchio e appiccicoso.
  • A parte, preparare il ripieno mescolando il burro fuso, allo zucchero ed alla cannella.
  • Prendere l’impasto dal frigorifero, lavorarlo sommariamente e stenderlo con le mani (non troppo sottile).
  • Cospargere sopra tutto il ripieno spennellandolo ed arrotolare l'impasto dal lato più lungo.
  • Tagliare il rotolo in porzioni e posizionarle negli stampini dei muffin mostrando il ripieno dal lato alto.
  • Cuocere in forno a 200° per 20 minuti.
  • Preparare la sciroppo, versarlo sugli Sticky buns e spolverarli poi con le noci pecan tritate, uvetta e cannella.



Spaghetti alla chitarra con sugo (al forno) di tonno

bucatini_al_ragu_di_pescespada

Per quanto possa sembrare complesso, questo primo piatto è abbastanza rapido da fare: tolta la preparazione della pasta fresca (che qui è comunque realizzata con l'impastatrice), il sugo si prepara molto rapidamente.
Se preparato in tegame, richiede poco più del tempo di cottura della pasta, soprattutto se scegliete quella fresca. La proposta più innovativa, invece, è la preparazione del sugo al forno. 
E' superfluo dire che è possibile realizzare questo piatto anche con la pasta già pronta, fresca o secca. Il sugo è così buono che il risultato finale non ne risentirà.
Potete sostituire al tonno fresco altri tipi di pesce al trancio, ad esempio il pescespada o l'Alalunga.

ingredienti

Per la pasta:
  • 400g di farina 00 + 30 g di crusca (oppure farina integrale)
  • Timo, basilico e maggiorana
  • Sale
  • 4 uova

Per la salsa:
  • tonno fresco
  • alici sottolio
  • aglio, pinoli
  • pomodoro pachino
  • semi di finocchio
  • olive nere denocciolate 

preparazione

Per la pasta fresca:
  • Mettere nell'impastatrice farina, sale e erbe aromattiche tritate
  • Aggiungere la farina e lavorare la pasta.
  • Far riposare in frigo 20 minuti. (coprire)
Per il sugo (versione in forno):
  • Mettere in una pirofila i pomodorini tagliati con sale e pepe
  • Preparare un soffritto con olio, aglio e semi di finocchio, poi aggiungere le acciughe e le olive.
  • Versare il soffritto sui pomodorini in teglia ed infornare a 220°.
  • Tagliare il tonno fresco a dadini.
  • Mettere nella pirofila pinoli e tonno , mescolare, e ri-infornare a forno spento, finché il tonno non è cotto.
  • Condire la pasta.
Versione in tegame:

Mettere in un tegame olio, aglio, semi di finocchio, acciughe, olive.
Unire i pomodorini tagliati e condire con sale e pepe.
Unire il tonno (o altro pesce) a dadini, mescolare e cospargere di pinoli.

Crocchette di patate al brie e speck

crocchette

Le crocchette di patate al brie e speck sono una ricetta di Simone Rugiati che vi propongo per la loro bontà e la loro semplicità.
Il loro successo è assicurato, soprattutto per un buffet o come antipasto, e si preparano in poche mosse.
Il brie è un formaggio molto morbido, e si scioglie subito alle alte temperature, rendendo il cuore di queste crocchette molto filante.
Lo speck è invece molto profumato.
Sono ottime appena fritte, ma le troviamo buonissime anche al forno o al piatto crisp.

Ingredienti:
  • patate, 400g
  • speck, 100g
  • brie, 100g
  • noce moscata
  • olio per friggere

Per la panatura:
  • farina
  • uovo
  • pangrattato

Preparazione:
  • Bollire le patate in acqua e sale e passarle allo schiacciapatate.
  • Mescolarle a speck, formaggio Brie a dadini e noce moscata grattugiata.
  • Passarle, in ordine, nella farina, nell'uovo sbattuto, e nel pangrattato per la panatura.
  • Friggerle in olio bollente, o cuocerle al forno o al crisp.
Zenzero

Powered by BannerFans.com

Spiedini di pollo al sesamo con pomodorini e melanzane a funghetto

  • Fare marinare il petto di pollo intero nel limone, sale, pepe e olio.
  • Fare dei bocconcini tipo spezzatino.
  • Aggiungere dello zenzero grattuggiato e rosmarino.
  • Lasciare marinare ancora qualche minuto.
  • Tagliare 2 melanzane a spicchi, poi a striscette e poi a dadini tutti uguali.
  • Tagliare i pomodorini ciliegia in 4.
  • Friggere le melanzane in olio bollente.
  • In una padella a parte rosolare i pomodorini con l'aglio in camicia.
  • Infilzare i bocconcini di pollo negli spiedini e passarli poi nei semi di sesamo.
  • Cuocere nella bistecchiera (griglia o piatto crisp).
  • Se si asciugano troppo avvolgere con alluminio.
  • Salare e asciugare le melanzane.
  • Tagliare del basilico e aggiungere melanzane e basilico ai pomodori.
  • Rosolare in modo che la melanzana assorba l'umido del pomodoro.
  • Fare il fondo del piatto con le Melanzane a funghetto e disporre gli spiedini di pollo sul piatto.
Zenzero

Riso saltato con verdure e vitello alla soia

  • Lessare al dente del riso basmati e scolarlo bene.
  • Tritare grossolanamente un cipollotto e farlo saltare nell'olio di sesamo.
  • Preparare a listerelle le verdure (fiori di zucca, zucca, zucchine genovesi, piselli) E poi tagliare a dadini.
  • Mettere nel wok rovente (per rendere il tutto croccante) in ordine di tempo di cottura.
  • Salare e ammorbidire con un goccio d'acqua.
  • Aggiungere un pò di semi di sesamo.
  • Tagliare qualche fetta di lattuga e qualche pomodorino tagliato a pezzetti.
  • Aggiugnere il riso nel wok a temperatura altissima per farlo tostare, e servire su lattuga e pomodorini.
  • Battere delle fette di vitello e salare leggermente.
  • Tagliare a listarelle una carota e disporla a griglia sulla carne lasciandone fuoriuscire le estremità.
  • Pepare e arrotolare le fettine di carne sulla carota.
  • Legare con dello spago da cucina o infilzare nello spiedino.
  • Passare nella fecola di patate.
  • Mettere in padella con un pò d'olio, sfumare con vino bianco e salare.
  • Appena evaporato il vino aggiungere la salsa di soia senza irrorare la carne, ma solo nel fondo di cottura.
  • Fare glassare la carne e servirla col riso.

Mousse di formaggio in salsa di olive e Miele


Ingredienti

250g di formaggio caprino morbido (tipo ricotta)
100g di panna liquida
100g di patè di olive nere
3 fogli di colla di pesce
50g di noci tritate

Per la salsa
2 cucchiai di miele
1,5 dl di vino
100g di burro
  • Ammollare la colla di pesce in acqua e dopo un pò scioglierla in un tegame antiaderente, su fuoco bassissimo, con 1 cucchiaio di acqua o due.
  • Mescolarla al formaggio caprino (che non dev'essere freddo di frigo per non farla rapprendere), mescolando bene.
  • Montare la panna e unire i due composti.
  • Tritare le noci.
  • Spennellare un foglio di carta da forno con del burro a temperatura ambiente, in modo che le noci tritate possano attaccarvisi.
  • Rivestire poi con la carta forno uno stampo da plum-cake.
  • Versarvi dentro una metà del composto, disporre poi al centro il patè di olive, quindi terminare col composto.
  • Chiudere anche la parte superiore con la carta forno cosparsa di noci incollate (che una volta rovesciato sarà la base della mousse).
  • Tenere in frigo due o tre ore.
  • Rovesciare su un piatto da portata, quindi tagliare a fette verticali, in modo da lasciare il patè di olive in bellavista.
  • Mescolare gli ingredienti per ottenere la salsa, quindi versarla sulla mousse.

www.mammole.it Ticker
E' per questo che ogni tanto latitiamo...